News

Lauretana esulta dopo mille emozioni

Fabriano cede solo dopo tre supplementari

Se la giustizia sportiva non fosse cieca, a tagliare il nastro con le braccia levate sul traguardo della maratona cestistica di ieri avrebbe dovuto esserci il pivot John Turner, in campo per tutti i 55 minuti di gioco, malgrado le 36 primavere e un peso non certo da fondista.
Da ovazione il suo canestro in sospensione dal perimetro che ha rinviato tutti al secondo supplementare sull’81 pari, con i biellesi intenti a festeggiare la vittoria dopo il canestro rocambolesco di un super Sales (43 di valutazione).
Fabriano avrebbe meritato di vincere, non foss’altro per la grinta e la professionalità messa in campo dai giocatori in quella che potrebbe anche essere stata l’ultima partita in serie A, dopo 25 anni di storia.
Chissà che un miracolo...
Biella, invece, ha colpevolmente rischiato di gettare a mare la stagione, graziata da quel tiro libero che Pantazopoulos ha sbagliato sul 71 pari a 18” dalla fine del tempo regolamentare: il successivo errore di un Di Bella fuori giri avrebbe voluto dire vittoria. E invece guarda com’è lo sport: la Lauretana si trova a festeggiare (giustamente, si è vinto!) l’undicesimo posto da playoff, complice anche la discesa all’inferno della Virtus Bologna, sempre più in crisi e superata in classifica.
Niente scherzi si era detto in settimana, eppure il baratro della clamorosa sconfitta è stato evitato di un passo piccolo piccolo. La Lauretana non ha azzeccato nulla dall’inizio alla fine e solo le individualità hanno tolto le castagne dal fuoco, malgrado l’inverno sia già passato.
Nell’ultimo supplementare ha deciso Matteo Soragna che segnando 16 punti è arrivato ai 1004 segnati in serie A; sicuramente una serata che ricorderà a lungo. Fabriano, con soli cinque giocatori ‘veri’ e tanti giovani di belle speranze, è venuta a Biella in pullman a testa a alta e determinata a non concedere nulla, così come aveva fatto, del resto, nelle ultime partite, perse solo all’ultimo quarto per debiti d’ossigeno e di falli. Non contenta di avere già ‘beccato’ a Fabriano all’andata, invece, la Lauretana ha sbagliato in pieno l’approccio alla partita, permettendo così ad una squadra che non ha nulla da perdere di mettere paura all’avversario in confusione. Le statistiche sono lievitate per tutti col passare dei minuti, ma i giocatori che hanno centrato la partita sono stati Brooks Sales (27 punti e 20 rimbalzi) e Jacob Jaacks (13 punti e 14 rimbalzi) gli unici sempre reattivi e presenti mentalmente, seguiti da Jamel Thomas (37) e Matteo Soragna autori dei punti chiave; di gioco, però, se n’è visto poco.
La difesa ha fatto acqua, tanto che i 27 palloni recuperati in 55’ minuti cozzano contro il record stagionale di 30 in 40’.
L’immagine simbolo della gara è stata l’egoismo di Di Bella nel secondo supplementare, quando ha scelto di buttarsi per l’ennesima volta in una penetrazione centrale, potendo invece servire Thomas che aveva appena segnato 12 punti in un amen. Il volere salvare la patria a tutti i costi è risultato dannoso, costringendo la squadra ad un terzo overtime. Eppure è stato proprio il play pavese a segnare gli unici sei punti (su 105!) dati alla causa dalla panchina rossoblu che pure è stata in campo 22’. Se si rammenta che il vantaggio dato per scontato alla vigilia era proprio l’apporto di una panchina che Fabriano non ha, ecco spiegato il film della partita. Visto quanto si è scaldato il pubblico, parliamo di arbitraggio. E’ calato di qualità nei supplementari (si stancano anche loro), ma una buona parte dei fischi contestati sono sembrati giusti, almeno quelli visti da vicino dalla tribuna stampa.
C’è da sperare che contestare gli arbitri non diventi un’abitudine soprattutto per i giocatori. L’esempio da non seguire è quello di Belcher che ha passato la partita, giocata molto male, a parlare con la terna arbitrale.
La paura è passata, la vittoria fa classifica e c’è la bella notizia che il prossimo avversario, Siena, non verrà sottovalutato, pena una memorabile batosta.
Gabriele Pinna
TAGS
Le ultime gallery
Le ultime notizie
Title Sponsor
Platinum Sponsor
Platinum Sponsor
Official Sponsor
Official Sponsor
Technology Partner
Medical Supplier
Treno ufficiale
Official Ball
Technical Sponsor
Official Ticketing
Official Supplier
Official Water
Official Advisor
Media Partner
Media Partner
Media Partner