News

Fabriano ci prova con la Viola ma si arrende

Presentata la campagna per l’azionariato popolare che dovrà salvare la società, già sottoscritte 150 quote da 500 euro

FABRIANO - La Carifac, come sempre, ha perso con onore 69-79 contro la Viola Reggio Calabria al termine di una partita equilibrata e a tratti godibile. Ma, al di là del semplice aspetto tecnico, la gara ha anche emesso tre sentenze.
La prima, il play biancazzurro Massimo Gattoni è da Nazionale (22 punti, 7/11 dal campo, 7 falli subiti e 7 palle recuperate, senza parole). La seconda, il coach reggino Lino Lardo si conferma grande signore: «ho vissuto la stessa agonia di Fabriano l'anno scorso a Verona - ha detto in sala stampa - so cosa significa lavorare in una società in difficoltà, ma devo dire che questa Carifac non solo ha grande cuore, ma sa anche giocare bene a pallacanestro, complimenti».
Infine, la Fabriano cestistica ha una passione immensa: anche ieri 1.853 spettatori che hanno cantato e applaudito fino alla conclusione una squadra virtualmente retrocessa da Natale (benché la matematica dica ancora di no).
Inoltre la giornata di ieri è stata caratterizzata dalla presentazione ufficiale dell'azionariato popolare, introdotto da un motto emblematico, "l'impresa dei mille", ovvero il numero di quote da 500 euro che si conta di raggiungere.
Prima della gara ha parlato alla platea il professor Guido Biscontini, l'ideatore di questa estrema iniziativa di salvataggio del Fabriano Basket, insieme a lui Sergio Solari in rappresentanza dei tifosi (che si sono assunti il compito di promuovere più possibile l'azionariato) e Franco Stroppa per il Panathlon, il Club a cui si appoggerà il conto corrente bancario.
Confermata le caratteristiche della formula: la quota di 500 euro potrà essere presa in prestito e dilazionata ratealmente; al sottoscrittore verrà restituita l'intera somma versata se l'obiettivo non sarà raggiunto. Sono state sùbito raccolte 150 adesioni. L'iniziativa verrà promossa anche venerdì 4 aprile in occasione dell'esibizione gratuita del cantautore Eugenio Finardi al teatro Gentile (ore 21.30).
Per quanto riguarda la cronaca, l'andamento della gara è stato caratterizzato da parziali e contro-break da entrambe le parti. Dopo un avvio equilibrato, il primo strappo è reggino (20-28 al 16'), sùbito respinto da Fabriano (48-47 al 26' con l'unica tripla di uno spento "Panta").
Nell'ultimo quarto, due bombe di Lamma e di Mazzarino più un cesto di Beard rilanciano Reggio (55-64 al 31'). Fabriano, mai doma, dà un ultimo sussulto con Balliro dalla lunga distanza e un gioco da tre punti di Clark (64-66 al 33'), dopodiché Reggio con i chirurgici Mazzarino e Williams ipoteca una vittoria (69-79) che ci sta.
Ferruccio Cocco

CARIFAC 69-VIOLA 79
CARIFAC FABRIANO: Gattoni 22 (4/6, 3/5), Pantazopoulos 6 (1/4, 1/7), Balliro 11 (1/3, 3/6), Clark 23 (8/17, 2/7), Turner 4 (2/5, 0/1); Paleco ne, Romagnoli 1 (0/2 da tre), Genovese ne, De Angelis ne, Kingombe 2 (1/1). Allenatore Carmenati..
VIOLA REGGIO CALABRIA: Rombaldoni 5 (1/1, 1/3), Ivory 9 (3/6, 1/3), Mazzarino 15 (0/2, 5/6), Cittadini, Williams 17 (3/3, 2/2); Lamma 4 (0/1, 1/3), Eubanks 13 (1/2, 3/8), Mazzella ne, Beard 10 (3/4 da due), Eze 6 (3/4). Allenatore Lardo.
Note: arbitri Paternicò (En), Borroni (Mi) e Di Modica (Rg). Spettatori 1.853 per un incasso di 25.347 euro. Parziali: 16-17, 27-36, 55-56, 69-79. Tiri liberi: Fabriano 8/11, Reggio Calabria 12/22. Tiri da due: Fab. 17/36, Reg. 14/23. Tiri da tre: Fab. 9/28, Reg. 13/25. Rimbalzi: Fab. 32 (Clark 8), Reg. 33 (Eze 10). Falli commessi: Fab. 19, Reg. 17. Nessuno uscito per cinque falli.
Fonte: Il Messaggero
TAGS
Le ultime notizie
Title Sponsor
Platinum Sponsor
Official Sponsor
Official Sponsor
Technology Partner
Medical Supplier
Treno ufficiale
Official Ball
Technical Sponsor
Official Ticketing
Official Supplier
Official Advisor
Media Partner
Media Partner
Media Partner