News

L'Enel Brindfisi allo sprint sulla Umana Venezia

 L’Enel Brindisi si aggiudica il 1° Trofeo delle Terme Euganee 70-68 davanti ad un pubblico che ha affollato gli spalti del Pala Berta godendosi una partita accesa soprattutto nel finale, con un confronto punto a punto risolto da Brindisi, avanti dall’inizio della partita sull'applauditissima Umana Reyer Venezia. La Presidente del Consorzio Terme Euganee Angela Stoppato premia così Massimo Bulleri, ex della partita, capitano della formazione brindisina, che alza il trofeo e si gode assieme a Ron Lewis, mvp del match con i suoi 21 punti, la conquista della prima edizione del Trofeo, organizzato da EDSport. Il match inizia meglio per Brindisi che capitalizza un paio di indecisioni dei veneziani e parte col piede giusto. Mazzon sceglie un quintetto composto da Vitali, Smith, Taylor, Linhart e Easley. Subito spazio per i reduci dall’Europeo in Slovenia. L’impatto buono ce l’ha Brindisi. James e Zerini aprono la partita. Il 4-0 suggerisce a coach Mazzon di chiedere timeout dopo nemmeno un minuto. Brindisi difende bene i 24 secondi, con gli orogranata in totale astinenza di canestri. Lewis, da solo, indora il parziale, 9-0, e Brindisi a 6’ dalla fine della prima frazione ha già la doppia cifra di vantaggio. E’ Tony Easley il giocatore che rompe il digiuno, 15-4, e poi è già 15-7 firmato Rosselli, da 3 punti. Brindisi blocca in partenza la rimonta veneziana: risponde allo stesso modo, sparando dalla distanza con Dyson. L’Enel vola 20-9 e il primo quarto finisce 22-12, con un vantaggio sostanzioso per gli “ospiti”. Il pubblico sugli spalti applaude la schiacciata di Rosselli, che apre il secondo quarto, l’inerzia rimane brindisina: Todic mette la bomba del 31-15 e la partita sembra prendere una piega ben precisa. Non basta un Linhart subito pericoloso dalla linea dei 3 punti. Andre Smith si sveglia, esce dai blocchi e comincia a martellare da 3: 31-23 (a 4’50”). La Reyer comincia a difendere con costanza, costruisce un mini-break (5-0) nonostante i pochi canestri che caratterizzano i secondi 10’. Non si segna per 4’30” con le squadre a combattere sotto i tabelloni. Si lotta, esattamente come se si trattasse di campionato: a farne le spese Andre Smith sanzionato con un fallo tecnico sul finire del primo tempo (25-33). All’intervallo il Presidente del Comitato Provinciale della FIP Roberto Nardi ha consegnato un riconoscimento a centrocampo a Daniele Magro e Giovanni Vildera, cestisti padovani in forza all’Umana Reyer, e, nel caso di Magro, anche della Nazionale. Mentre nel parquet di gioco si svolge una mini-partita tra gli Under 13 della TOP Abano e della Polisportiva Montegrotto, che hanno collaborato nell’organizzazione della sfida. Nel secondo tempo spazio subito alle emozioni: tripla di James a cui risponde un tiro da sotto di Smith e una bomba di Linhart (5-0 reyerino). Il punteggio, 30-38, sempbra favorire una rimonta della formazione di coach Mazzon. Il tecnico a Todic permette a Venezia di agguantare il -6 (34-40). Linhart firma il -4 al 24’ (36-40). Se Brindisi prova ad allontanano le minacce con James (12 pt. alla fine, 3/6 da 2), Linhart ancora una volta è preziosissimo dall’arco (41-46). Il divario alla fine del terzo quarto non si schioda dai 2 possessi di distanza (49-53). L’ultima frazione è la più aperta. Peric pareggia i conti scatenando il pubblico, 53-53, in apertura. Gli risponde Snaer da 3 per il 55-58 e poi il solito Lewis (4/7 da 2 e 3/8 da 3) ricaccia indietro gli orogranata (55-61). L’Umana Reyer c’è: mette una tripla con Smith e ricuce lo svantaggio, 63-62, allo scadere dei 24”. Il finale è palpitante. Taylor subisce una stoppata su un tiro da 3 punti. Poco dopo viene fischiato un tecnico a Tony Easley sul 62-64. Brindisi, imprecisa dalla lunetta (17/29 totale) consente a Vitali di impattare 64-64. A 30” dalla sirena sul 66-67, prima Linhart e poi Smith sbagliano le triple del sorpasso. Campbell, non punisce, offre un assist agli orogranata commettendo infrazione di passi. Mazzon chiama timeout a 7” dalla fine. Vitali perde palla sulla rimessa e Dyson fa 2/2 dalla lunetta fissando sul 66-69 con 4” sul cronometro. La Reyer esce dal nuovo timeout con un'altra palla persa (1/2 dalla lunetta di Campbell) e il match si conclude con il canestro facile di Linhart che non cambia la situazione e chiude la gara sul 70-68 per Brindisi.


UMANA REYER VENEZIA –ENEL BRINDISI 68-70 UMANA: Guisse ne, Peric 8 (3/4 da 2), Zennaro 1 (0/2 da 3), Rosselli 7 (2/5, 1/1), Linhart 15 (2/6, 3/4), Tinsley, Vitali 7 (2/3, 1/2), Taylor 6 (2/6, 0/9), Smith 14 (1/2, 2/4), Akele 2 (1/2, 0/1), Vildera ne, Magro 4 (1/3 da 2), Easley 4 (2/4 da 2). All.: Mazzon. ENEL: James 12 (3/6, 1/6), Todic 4 (1/1 da 3), Bulleri 3 (0/1 da 3), Formenti 3 (1/2 da 3), Dyson 9 (1/4, 1/4) , Lewis 21 (4/7, 3/8), Zerini 9 (3/3, 1/1), Snaer 5 (1/3, 1/2), Leggio ne, Campbell 4 (1/6, 0/2). All.: Bucchi. ARBITRI: Bettini, Terreni, Bartoli. NOTE: Parziali 12-22, 25-33, 49-53. Tiri liberi: Umana 15/24, Enel 17/29. Tiri da tre: Umana 7/23, Enel 9/27. Rimbalzi: Umana 40 (11 off.), Enel 33 (7 off). Usciti per 5 falli: Todic (Enel). Spettatori: 1000. Montegrotto Terme, 28 settembre 2013 –


 

TAGS
Le ultime notizie
Title Sponsor
Platinum Sponsor
Platinum Sponsor
Official Sponsor
Official Sponsor
Technology Partner
Medical Supplier
Treno ufficiale
Official Ball
Technical Sponsor
Official Ticketing
Official Supplier
Official Advisor
Media Partner
Media Partner
Media Partner