Ultimissime

Eurocup, la FoxTown cede al Kazan. Sacripanti: 'Dispiaciuto per lo scarto finale'

Eurocup, la FoxTown cede al Kazan. Sacripanti: 'Dispiaciuto per lo scarto finale'

L’Unics si aggiudica il primo round degli ottavi di finale di Eurocup sconfiggendo alla Mapooro Arena la FoxTown per 70 a 64. Davanti ai grandi campioni protagonisti della vittoria della Coppa Korac del 1991, Mannion, a cui è stata consegnata una maglia speciale prima dell’inizio del match, Rossini, Bosa, Pessina, Gilardi, Gianolla e Zorzolo, oltre a coach Frates, i bianco- blu disputano una prestazione di grande orgoglio e restano a contatto della corazzata di Kazan fino all’ultimo giro di lancette. Avvio di partita favorevole ai russi che con il gioco da tre punti di Fischer e Bykov volano sul 5 a 1 dopo due minuti. Cantù non ci sta e con tre punti di Buva e il tap- in di Jones sorpassa sul 6 a 5. Il contro- break esterno, firmato Fischer- White, riporta avanti gli ospiti sul 9 a 6. La formazione di coach Paschutin aumenta il ritmo e con il contropiede di Bykov e Langford allunga sul +7 (13 a 6) a metà della prima frazione. I bianco- blu provano a reagire con l’affondata di Williams, ma White, dall’arco, mantiene in vantaggio Kazan sul 16 a 8. Johnson- Odom replica alla tripla di Langford, White realizza il tap- in del +9 bianco- verde (21 a 12) a due minuti e mezzo dal termine del quarto. I padroni di casa non mollano e con la bomba di Feldeine e Shermadini si avvicinano sul -6 (23 a 17) nonostante il lay- up del solito Langford. Bykov infila due liberi, Johnson- Odom lo imita subito, prima del tap- in allo scadere di Sokolov che fissa il punteggio alla fine del primo quarto sul +8 (27 a 19) per l’Unics. La seconda frazione comincia bene per la FoxTown che con il tiro pesante di Feldeine e il gioco da tre punti di Abass torna a -4 (29 a 25) a 8 minuti dall’intervallo. Johnson- Odom, dalla lunga, risponde alla penetrazione di Jerrells per il -3 interno (28 a 31). Sokolov insacca due personali, Shermadini è bravissimo in posto basso e Cantù rimane sul -3 (30 a 33) a metà del secondo quarto. Gli ospiti aumentano l’intensità in difesa e con un parziale di 4 a 0, tutto firmato Fischer, riallungano sul +7 (37 a 30). Il contro- break casalingo, targato Williams- Gentile, riporta i bianco- blu sul -3 (37 a 34) a due minuti e mezzo dal termine del primo tempo. Il contropiede di Gentile vale il -1 (37 a 36) per la formazione di coach Sacripanti. Langford realizza due liberi, Buva gli risponde sempre dalla lunetta e all’intervallo la FoxTown è sotto di una sola lunghezza sul 39 a 38. Il secondo tempo si apre con i canestri di Fischer e Bykov a cui replica Abass dalla lunga per il -2 interno (43 a 41) dopo due minuti. Antipov risponde a Williams, Johnson- Odom infila la tripla che regala il sorpasso a Cantù sul 46 a 45. Kazan non ci sta e con White e Bykov torna avanti sul 49 a 47. Il gioco da tre punti di Feldeine riporta in vantaggio i bianco- blu sul 50 a 49 a metà del terzo periodo. Johnson- Odom prova a far scappare i padroni di casa, ma Bykov tiene i russi sul -1 (52 a 51). Jones infila due personali, Jerrells uno e la formazione di coach Sacripanti rimane al comando per 54 a 52 a due minuti e mezzo dalla fine della frazione. Gli ospiti reagiscono e con un parziale di 5 a 0, firmato Bykov- Jerrells, riprendono il controllo del match sul 67 a 64. Il libero di Feldeine, dopo la bomba di Panin, fissa il punteggio al termine del terzo quarto sul 60 a 55 per l’Unics. L’ultimo periodo inizia con il canestro di Jerrells per il +7 esterno (62 a 55) a sette minuti e mezzo dalla conclusione della partita. I russi tentano di volar via con la bomba di Kaimakoglou, ma Cantù, grazie al gioco da tre punti di Gentile, rimane sul -7 (65 a 58). Il canestro molto bello di Johnson- Odom avvicina i bianco- blu sul -5 (65 a 60) a metà dell’ultima frazione. I padroni di casa continuano a difendere con intensità e con i liberi di Abass e il lay- up di Williams tornano a contatto sul -1 (64 a 65) a due minuti dalla fine della gara. E’ Langford a salire in cattedra con 5 punti consecutivi che regalano la vittoria all’Unics con il risultato di 70 a 64.


Coach Sacripanti commenta così la sconfitta della sua FoxTown contro l’Unics Kazan: “La nostra è stata una partita a due facce. Nel primo periodo abbiamo difeso con poca intensità e non abbiamo tenuto gli 1c1. Dal secondo quarto in poi invece abbiamo iniziato a intasare meglio l’area e a contestare di più i tiri e credo che siamo stati protagonisti una ventina di minuti di buon livello. Nell’ultima frazione c’è stata un po’ di battaglia con tanti errori offensivi a fronte di una notevole intensità difensiva. Alla fine però abbiamo avuto un atteggiamento mentale sbagliato perché la gara è di 80 minuti. Abbiamo preso dei tiri forzati e sbagliato qualche libero e conclusione aperta di troppo. In questo modo siamo andati sotto di 6 realizzando solo 9 punti nell’ultimo quarto”.


“E’ chiaro– ha aggiunto l’allenatore canturino - che l’Unics ha vinto in trasferta e ha delle buone possibilità di passare il turno. E’ vero però che noi abbiamo fatto una prestazione migliore rispetto a Bologna e soprattutto a Sassari. Veniamo da due settimane in cui abbiamo avuto tanti acciacchi e questa gara ci ha ridato mentalità e brio. Dobbiamo crederci: abbiamo perso di 6 punti, ma dobbiamo andare a Kazan  e giocarcela fino in fondo. E’ un’impresa che possiamo compiere se non ci permettiamo un quarto di poca difesa e se segniamo qualche canestro in più. Kazan è una grandissima squadra con ottimi giocatori. Noi però siamo stati in partita sempre”.


“Mi spiace – ha concluso coach Sacripanti - per lo scarto di 6 punti perché abbiamo gestito male gli ultimi palloni. L’inesperienza ci ha fatto affrettare qualche tiro e commettere qualche errore. Tranne i primi 6 minuti abbiamo comunque disputato una partita viva, lottando su ogni pallone. Ora abbiamo una settimana per preparare una sfida che ci regala enormi stimoli”.


FOXTOWN CANTU’ 64 UNICS KAZAN 70 (19- 27, 38- 39, 55- 60) FOXTOWN CANTU’: Johnson-Odom 15, Feldeine 12, Abass 8, Bloise ne, Laganà, Maspero ne, Jones 3, Shermadini 4, Hollis, Buva 5, Gentile 7, Williams 10. All. Sacripanti. UNICS KAZAN: White 9, Langford 14, Bykov 14, Likhodey 2, Panin 3, Gubanov, Sokolov 4, Kaimakoglou 3, Antipov 2, Freimanis ne, Fischer 11, Jerrells 8. All. Paschutin. Arbitri: Ankarali (Tur), Mantyla (Fin), Collin (Fra).

Le ultime notizie
Title Sponsor
Platinum Sponsor
Platinum Sponsor
Official Sponsor
Official Sponsor
Technology Partner
Medical Supplier
Treno ufficiale
Official Ball
Technical Sponsor
Official Ticketing
Official Supplier
Official Advisor
Media Partner
Media Partner
Media Partner