News

Player Focus: Marco Spissu

Player Focus: Marco Spissu
 


"Certi amori non finiscono, fanno dei giri immensi e poi ritornano"



Viene automatico pensare al celeberrimo verso di Antonello Venditti per spiegare il legame speciale che unisce Marco Spissu alla sua città, Sassari, e ai colori della Dinamo.



È la storia di un rapporto mai interrotto, di un distacco momentaneo quanto traumatico. È la storia di un figlio prodigo atteso e riaccolto a braccia aperte dalla squadra che ama.



È la storia di un viaggio su e giù per l'Italia in cui la Virtus Bologna e Alessandro Ramagli, dopo stagioni convincenti, nell'estate 2016 puntano su Spissu come playmaker titolare di una società che punta senza troppi segreti alla promozione.



Ci sono Umeh, Lawson, Rosselli e Ndoja; ma c'è anche lui, un mancino di 21 anni che scorrazza avanti e indietro sul parquet entusiasmando la tifoseria delle V Nere fra una giocata al ferro o una tripla presa senza paura. C'è talmente tanto da arrivare a caricarsi sulle spalle una squadra dalla storia "pesante" con la leggerezza propria di chi sa esattamente cosa fare "da grande": vince prima da MVP la Coppa Italia di A2 in cui realizza 17.3 punti di media col 54% da 3 e poi conduce la Virtus al tanto agognato ritorno in LBA, firmando quasi 11 punti a partita col 39% dalla distanza.



Bologna prova a tenerselo anche per il primo anno di serie A, ma Sardara non ne vuole sapere: Marco torna.



Dopo un primo anno difficile per tutti, il 17/18, nella stagione 18/19 arriva il Poz che dà fiducia completa al nucleo italiano di Sassari: arriva la vittoria in Europe Cup, arriva lo storico 3-0 contro l'Olimpia dove prende e realizza con sfrontatezza due bombe delle sue durante l'indimenticabile gara 2 al Forum; arrivano continui attestati d'amore dal popolo Dinamo, ricambiati ogni volta con genuinità ed affetto.



In questa stagione Spissu si è (ri)preso definitivamente la Dinamo lo spot di play titolare di una squadra che ha fatto faville in campionato grazie anche ai suoi 9 punti di media col 46.9% da 3, quinto assoluto.



È lui, senza timore, il nuovo profeta della sua patria



 



Testo a cura di Mikhail Laurenza di overtimebasket.com



 



#TuttoUnAltroSport

TAGS
Le ultime notizie
Title Sponsor
Platinum Sponsor
Official Sponsor
Official Sponsor
Technology Partner
Medical Supplier
Treno ufficiale
Official Ball
Technical Sponsor
Official Ticketing
Official Supplier
Official Advisor
Media Partner
Media Partner
Media Partner