News

Player Focus: Abass Awudu Abass

Player Focus: Abass Awudu Abass

Pezzo pregiato della nazionale Italiana, figlio di genitori provenienti dall'Africa, terra di leoni e leonesse, proprio come la squadra in cui milita, la Germani Brescia Leonessa. Lui il suo ruggito in campo lo fa sentire, anche in mezzo a compagni più anziani ed esperti e quando si parla della squadra lombarda, si pensa subito ad Awudu Abass. Non sono le cifre a rendere importante un giocatore, ma le doti da leader e Brescia è il posto migliore dove esserlo, perché nonostante il “branco” di leoni che la compongono, non deve esserci posto per un solo maschio alfa e le diverse caratteristiche dei giocatori impiegati hanno dato i frutti in campionato. Il classe 1993 non è andato in doppia cifra in sole 4 partite durante la stagione, con una striscia di ben dodici partite mettendo almeno 11 punti a referto; le sue partite contro le prime otto della classe sono state tutte positive, fatta eccezione per la sua ex squadra, l'Olimpia Milano, da cui si è fatto sorprendere. Se parliamo di statistiche abbiamo un giocatore da 51% da 2, 38.2% da 3 e 89.2% ai liberi, un season high da 22 punti e 31 di valutazione.



 



A soli 19 anni si iscrive alla lista comunale “Amo La Mia Città” nella sua Como, arrivando 2° nei voti, contribuendo anche alla vita politica della sua città natale. Ha militato per ben 6 stagioni a Cantù, dove ha debuttato in Eurolega appena 18enne; la stagione 2013-14 è stata quella dell'esplosione, trovando minuti e costanza in campionato, creando empatia col pubblico, che lo ha voluto come capitano della squadra l'anno successivo, il più giovane di sempre. Tra gli highlights della sua carriera, anche una gara delle schiacciate vinta nel 2016, con la maglia di Kobe Bryant! Nel 2016 si svincola da Cantù per passare a Milano, dove gioca 2 stagioni e arricchisce il suo palmares, prima di approdare nella sua attuale squadra.



 



L'empatia, la gioventù e l'impegno politico, rendono Abass uno dei giocatori più interessanti del campionato e un diamante per il futuro dell'Italbasket.



 



Testo a cura di Edoardo Pollero di overtimebasket.com

TAGS
Le ultime notizie
Title Sponsor
Platinum Sponsor
Official Sponsor
Official Sponsor
Technology Partner
Medical Supplier
Treno ufficiale
Official Ball
Technical Sponsor
Official Ticketing
Official Supplier
Official Advisor
Media Partner
Media Partner
Media Partner