News

Qualificazioni FIBA World Cup 2023: non bastano Tonut e Tessitori, Italia k.o. in Russia

Gli azzurri lottano ma cedono nettamente nel quarto periodo

Qualificazioni FIBA World Cup 2023: non bastano Tonut e Tessitori, Italia k.o. in Russia

Parte male il cammino dell’Italia nelle qualificazioni per la FIBA World Cup 2023. Dopo un primo tempo equilibrato, gli uomini di coach Sacchetti cedono nella ripresa alla Russia e perdono con il punteggio di 92-78. I migliori realizzatori azzurri sono Tonut (20 punti e 6 assist), Tessitori (19 punti e 6 rimbalzi) e Candi (10 punti).

Meo Sacchetti sceglie di schierare in quintetto base Pajola, Tonut, Gaspardo, Akele e Tessitori. Quest’ultimo sigla il primo canestro del match con un tiro dalla media distanza e poi è Tonut che inizia a mettersi in moto dal pick and roll (4-9 dopo una sua bomba). La Russia però non demorde e i veterani Antonov e Zaytsev propiziano per l’8-0 di parziale che porta i padroni di casa avanti 12-9. La partita è ad alto ritmo e piena di iniziative personali. A fine primo periodo, sono le forze fresche in uscita dalla panchina Flaccadori e Alviti a combinare e a tenere in scia gli azzurri sul 15-14.
Anche in avvio di secondo quarto permane l’equilibrio: la Russia riesce ad allungare al massimo sul +5 con un ottimo Astapkovich mentre l’Italia risponde affidandosi al talento di Tonut e alla presenza di Tessitori in area (24-21). Ma ben presto salgono in cattedra Strebkov e soprattutto Toropov, lungo che fisicamente non riesce ad essere arginato dagli avversari azzurri. La sua schiacciata sigla il massimo vantaggio russo sul +8 ma la squadra di Sacchetti non molla; la difesa di Candi e Akele e la leadership del duo Tonut-Tessitori completano la rimonta appena prima della sirena finale del secondo periodo (37-37).

La ripresa inizia come peggio non poteva, con Strebkov e Astapkovich a punire una difesa azzurra troppo passiva e a siglare un break di 13-2. Pajola e Tessitori provano ad indicare la via con giocate di energia per l’Italia ma la Russia resta ben concentrata e mantiene le distanze: ai canestri in contropiede di Akele e Gaspardo fanno da contraltare il playmaking di Zaytsev e l’aggressività di Komolov e Khomenko (59-49). Solo nel finale di quarto Candi e Alviti con una tripla a testa ricuciono sul -5 sfruttando anche una maggiore concentrazione difensiva azzurra (64-59).
Il trend positivo prosegue in parte anche nell’ultimo periodo con Flaccadori a segnare il tiro libero del -4. Successivamente, Astapkovich però inventa un canestro sulla sirena dei 24 secondi che spegne l’entusiasmo azzurro (70-62). Nonostante il ritorno sul parquet dei leader Tessitori e Tonut (quest’ultimo subito autore di un altro capolavoro in penetrazione), la Russia mantiene il controllo del match muovendo la palla e registrando con Khomenko il massimo vantaggio sul 76-65. L’Italia non ha più le forze per reagire; i minuti conclusivi servono solo a Toropov per dilatare ulteriormente le distanze e fissare il punteggio finale sul 92-78. L’Italia tornerà in campo lunedì prossimo alle 20.30 al Mediolanum Forum di Assago contro i Paesi Bassi.

TAGS
Le ultime gallery
Le ultime notizie
Title Sponsor
Platinum Sponsor
Platinum Sponsor
Official Sponsor
Technology Partner
Medical Supplier
Treno ufficiale
Official Ball
Technical Sponsor
Official Sponsor
Official Ticketing
Official Supplier
Official Supplier
Official Advisor
Official Broadcaster
Official Broadcaster
Media Partner
Media Partner
Media Partner