News

Qualificazione FIBA World Cup 2023, l’Italia fatica ma in volata batte l’Olanda grazie a Tonut ed Akele

Gli ospiti rimontano da -13 e si arrendono solo nei secondi conclusivi

Qualificazione FIBA World Cup 2023, l’Italia fatica ma in volata batte l’Olanda grazie a Tonut ed Akele

L’Italia riscatta la sconfitta di San Pietroburgo battendo in volata i Paesi Bassi con il punteggio di 75-73 grazie ad alcune giocate decisive di Vitali, Akele e Tonut. Quest’ultimo è stato il secondo miglior realizzatore azzurro (13 punti e 6 assist) assieme a Tessitori (13 punti) e alle spalle di Akele (18 punti e 6 rimbalzi).

Meo Sacchetti schiera un altro quintetto base rispetto alla partita contro la Russia (Pajola, Tonut, Vitali, Akele e Tessitori) e la scelta porta subito ottimi dividendi. Dopo la tripla iniziale di De Jong, l’Italia muove rapidamente il pallone sfruttando le letture di Vitali e Tonut e l’aggressività di Akele e Pajola (16-5). Con l’ingresso delle forze fresche dalla panchina, l’Italia aumenta il numero delle palle perse e il tiratore Franke ne approfitta siglando le triple del -5. Nel finale di quarto, Flaccadori pesca un paio di penetrazioni fulminanti ma la bomba da metà campo di Hammink sulla sirena riavvicina i Paesi Bassi sul 22-18.
Il tiratore con il numero 11 continua il suo momento d’oro portando la propria squadra sul 24-23 con un altro – ma più ortodosso – tiro da tre punti; gli Azzurri però reagiscono e la coppia di lunghi Akele-Udom si mette in moto sia da oltre i 6.75 (una tripla a testa) che in taglio contro i più statici pariruolo avversari (34-25). I primi punti nella partita di Tonut e Diouf portano l’Italia sul +13 ma poi l’Olanda, dopo aver sbagliato molti appoggi in contropiede causati dalle palle perse azzurre, torna a vita trascinato dalle iniziative in 1vs1 di Kloof e De Jong (42-37). Al termine del primo tempo, la formazione di coach Sacchetti ha una reazione targata Flaccadori e Vitali; quest’ultimo sigla la bomba che spegne momentaneamente l’euforia ‘orange’ (47-39 dopo 20’).

Ad inizio ripresa, polveri bagnate da entrambe le parti, nonostante l’agonismo si tenga su un livello consistente. Schaftenaar segna il primo canestro dal campo dopo 3 minuti e mezzo e poi la bomba di Williams riporta gli olandesi sul 50-46. L’Italia trova i primi punti su azione del periodo soltanto a 170” dal termine con Akele in contropiede ma comunque i liberi di Tonut e Tessitori ripagano l’ottimo lavoro difensivo sui cambi. La stella di Venezia sale poi in cattedra siglando una tripla dal palleggio e un assist per la bomba di Tessitori del nuovo +10 (60-50).
I Paesi Bassi però non mollano mai e delle fulminanti penetrazioni di Van der Vuurst de Vries aprono praterie per Hammink, autore di altre tre triple consecutive, e Schaftenaar, firmatario del canestro più fallo del 64-63. Dopo un paio di giocate da veterano di Vitali (sfondamento subìto e bomba sganciata), ancora Schaftenaar punisce i cambi difensivi italiani segnando il semigancio della parità a quota 67 a 4 minuti e mezzo dal termine. Dopo una serie di forzature di Tonut e Pajola, Van der Vuurst de Vries porta avanti gli ospiti con un appoggio seguito immediatamente da un passaggio dietroschiena di Tonut per Akele (69-69 a 2’ dalla sirena finale). L’Italia risponde ancora di carattere: dopo l’errore di Schaftenaar, prima Vitali serve a Tonut la bomba del +3 e poi Udom ruba palla regalando ad Akele il comodo layup del 74-69. De Jong non vuole però alzare bandiera bianca e due sue “scucchiaiate” riportano i Paesi Bassi sul -1 a 5” dal termine. Sul seguente fallo sistematico, Vitali segna il primo libero, sbaglia volutamente il secondo non dando più un’altra opportunità agli olandesi. Finisce 75-73.

L’Italia chiude così questa finestra dedicata alle Nazionali al 2° posto nel gruppo H alle spalle della Russia e davanti a Olanda e Islanda. Il prossimo impegno azzurro sarà proprio a Reykjavik il 24 febbraio 2022.

TAGS
Le ultime gallery
Le ultime notizie
Title Sponsor
Platinum Sponsor
Platinum Sponsor
Official Sponsor
Technology Partner
Medical Supplier
Treno ufficiale
Official Ball
Technical Sponsor
Official Sponsor
Official Ticketing
Official Supplier
Official Supplier
Official Advisor
Official Broadcaster
Official Broadcaster
Media Partner
Media Partner
Media Partner