News

Andrea Pecchia fa il bis come MVP e The Best ITA della 15ª Giornata di Serie A Unipolsai

La guardia della Vanoli Basket Cremona ha dominato su entrambi i lati del campo

Andrea Pecchia fa il bis come MVP e The Best ITA della 15ª Giornata di Serie A Unipolsai

Un protagonista inaspettato sbaraglia la concorrenza portandosi a casa in un solo colpo i titoli di miglior giocatore e miglior italiano dopo aver giocato la miglior partita della sua carriera. Andrea Pecchia della Vanoli Cremona ha superato prima Ben Bentil (A|X Armani Exchange Milano) e Robin Benzing (Fortitudo Kigili Bologna) nelle preferenze per l'MVP, poi Alessandro Pajola (Virtus Segafredo Bologna) e Alessandro Gentile (Openjobmetis Varese) in quelle per The Best ITA.

All'interno di una scatola in cui è contenuto un puzzle, ogni tassello è fondamentale per completare la figura mostrata sulla confezione che essa sia parte del bordo o della parte centrale. In un collettivo come una squadra di pallacanestro è fondamentale avere giocatori pronti a compiere il lavoro sporco, coloro che fanno tante piccole cose utili a raggiungere la vittoria. Arriva dalla città di Segrate l'uomo che risponde a questa descrizione, instancabile lavoratore pronto a vestire i panni del giocatore più dominante del fine settimana, regalando a Cremona due punti necessari per scappare dalla zona bollente della classifica. Partita praticamente perfetta per Andrea Pecchia, autore di 28 punti tirando 8/9 dalla media distanza, 2/3 da oltre l'arco e 6/7 dalla linea della carità. Ad impreziosire una prova balistica di pregevolissima fattura, la guardia si è distina per l'impegno su entrambi i lati del rettangolo di gioco: sfiora la doppia doppia catturando 9 rimbalzi, distribuisce 5 assist per i compagni, beffa gli avversari strappando loro 3 palloni e costringedoli a commettere 8 falli ai suoi danni. In 33 minuti sul parquet, il classe 1997 ha colpito il Banco di Sardegna come una sassaiola scrivendo il record assoluto della Vanoli per valutazione complessiva con 48, superando così il 42 di Tu Holloway di cinque stagioni fa sempre ai danni della compagine sarda.

Furtivo come una pantera entra negli highlights della partita nei momenti di maggior sofferenza della Vanoli prima di dare la stoccata decisiva con il tiro da tre punti. Il numero 6 non necessita dei fari puntati addosso per brillare sul palcoscenico, recita la parte del protagonista silente e solo con lo scorrere del cronometro ci si accorge che è stato onnipresente prendendo parte a tutte le manovre difensive ed offensive dei suoi. Per la meticolosità delle sue scelte e quel passo felpato, Andrea Pecchia potrebbe essere la Pantera Nera della Serie A, ma da grande appassionato di supereroi preferisce essere IronMan - come ha dichiarato sul quotidiano sportivo Tuttosport –  lasciando i panni di Re del Wakanda al compagno ed amico Cournooh, con cui condivide questa passione. Da vero Avenger, scendere in campo dopo venti giorni di pausa non sembra aver rovinato il suo smalto; la sua crescita di anno in anno è legata in particolare al rapporto con l'allenatore, persona con cui ha lavorato nelle giovanili a Milano, in A2 a Treviglio e oggi in quel di Cremona.

“Siamo amici, abbiamo condiviso ore e ore in palestra. Io so qual è il mio ruolo, Paolo conosce benissimo il suo. Accetto rimproveri e parolacce senza problemi. Ci capiamo con uno sguardo, questo è un valore aggiunto” queste le sue parole al Corriere dello Sport, a testimonianza dell'ottima chimica instaurata di stagione in stagione con coach Galbiati, il cui rapporto speciale va oltre la mera pallacanestro. Ad appena 24 anni, Andrea è già un esperto del campionato con all'attivo 62 presenze nella massima serie, può già definirsi una chioccia per i giovani e un guru per gli stranieri al primo anno in Italia; chi dice di lui che è un giovane-vecchio lo trova pronto a rispondere così: “Mi porto appresso questa definizione di grande saggio da quando ero nelle giovanili. Mi piace dare consigli in campo, ragionare. Chiamatemi pure giovane-vecchio, non mi offendo”.

C'è chi non ama particolarmente scendere in campo nel lunch match, di sicuro in questo sondaggio non rientra Andrea Pecchia alla sua seconda gara con almeno 20 punti segnati quando la palla a due è fissata alle ore 12. Dobbiamo tornare al giorno di Halloween, questa volta Cremona non difende le mura amiche ma è di scena a Reggio Emilia, il risultato premia nuovamente la squadra di coach Galbiati col risultato di 58-64 e la guardia lombarda ne scrive 23 (7/7 da 2 punti) con 5 rimbalzi. Al suono della sirena, il numero 6 della Vanoli può esultare non solo per la vittoria, ma anche per aver scritto nuovi record personali e di squadra: massimo in carriera per punti segnati (28), per tiri da due e totali realizzati (8 e 10) e tiri liberi convertiti con successo (6); i primati assoluti sono arrivati anche negli assist (5), nei falli subiti (8) e nella valutazione (48). In campionato ha all'attivo 13 partite disputate, sempre presente alla corte di coach Galbiati che lo considera imprescindibile per la sua squadra concedendogli 27.3 minuti di media ad allacciata di scarpa (terzo a pari merito con Cournooh e il nuovo arrivato Dime). Leader della Vanoli alla voce valutazione con 14.6, il segratese è stabile nella Top 3 del team per percentuale da 2 punti (secondo col 59.7%), rimbalzi (5.0 di media, secondo ancora a pari merito con Dime), palle rubate (secondo con 1.2) e assist (terzo con 2.4, ma secondo tra i giocatori con più di 10 partite disputate). Dato curioso riguardo la sua precisione al tiro: nonostante negli anni abbia aumentato la mole di tiri presi, non è mai sceso sotto il 55% di conversione dalla media ed è migliorato nel tiro da 3, passando dal 23.8% (1.5 tiri tentati) al 31% (2.2 tiri tentati).

Le ultime notizie
Title Sponsor
Platinum Sponsor
Platinum Sponsor
Official Sponsor
Official Sponsor
Technology Partner
Medical Supplier
Treno ufficiale
Official Ball
Technical Sponsor
Official Ticketing
Official Supplier
Official Supplier
Official Advisor
Official Broadcaster
Official Broadcaster
Media Partner
Media Partner
Media Partner