News

Filloy in vista della sfida contro Cremona: “La qualificazione alla Final Eight sarebbe un traguardo importante per la Bertram”

L’oriundo di Tortona è stato intervistato su “Tuttosport”

Filloy in vista della sfida contro Cremona: “La qualificazione alla Final Eight sarebbe un traguardo importante per la Bertram”

Uno dei simboli della Bertram Tortona, Ariel Filloy, si è aperto a Giovanni Teppa su “Tuttosport” raccontando la propria storia dall’arrivo nel nostro Paese: “I miei fratelli più grandi sono venuti a giocare a Porto Torres in B2. Vista la crisi tutta la fami­glia si è trasferita qui. Di conse­guenza anche io. Normale che continuassi a giocare come fa­cevo in Argentina. Del resto, sarebbe stato impossibile non farlo: la pallacanestro è nel no­stro Dna. Da lì io e mio fratel­lo Demian siamo andati a Rimini. Ho gio­cato in tanti luoghi, togliendomi parecchie soddisfazioni. Lo scudetto e la Coppa Italia con Venezia. Tutte esperienze che mi han­no dato tantissimo, come giocatore e come uomo. Quella in  Nazionale è stata incredi­bile. Io non sono un fenomeno. Sono uno come tanti altri che ci potevano stare. La chiamata mi ha inorgoglito. E ho sempre dato il massimo. Mi vengono ancora i bri­vidi a ripensarci”.

Poi si passa all’attualità, a Tortona e all’utilizzo che coach Ramondino fa di Filloy da sesto uomo: “Giocare partendo dal quintetto o a parti­ta iniziata non mi è mai importato. Fonda­mentale è giocare al meglio, per il bene del­la squadra. Devi farti trovare pronto. Pro­babilmente con il passare degli anni ci ho fatto l'abitudine. Sono sereno, non ho l'an­sia da prestazione. Tutto mi viene facile e non mollo mai. Lo avranno avuto chiaro in mente gli allenatori che ho avuto fino­ra! Credo aiuti molto anche il fatto che io sia uno istintivo e che dò sempre il mas­simo. In allenamento come in partita. È il mio modo di essere”.

Infine, l’italo-argentino getta lo sguardo alla partita contro la Vanoli di questa sera, potenzialmente decisiva in ottica Final Eight: “La partita con Cremona è fondamentale. La qualifica­zione sarebbe un traguardo importante per il club che è giovane ma giustamente ambizioso. La Coppa Italia mi piace molto perché è competizione da dentro e fuori dove può succedere di tutto e dove l'adrenalina fa la differenza. Con Pe­saro l'anno scorso siamo arrivati in finale, chi l'avrebbe mai detto?”

 

 

 

Le ultime notizie
Title Sponsor
Platinum Sponsor
Platinum Sponsor
Official Sponsor
Official Sponsor
Technology Partner
Medical Supplier
Treno ufficiale
Official Ball
Technical Sponsor
Official Ticketing
Official Supplier
Official Supplier
Official Advisor
Official Broadcaster
Official Broadcaster
Media Partner
Media Partner
Media Partner