News

Eurocup: l’Umana Reyer beffata sulla sirena da Bourg, la Dolomiti Energia lotta ma cede a Badalona

Non basta a Venezia una gran prova di Tonut da 22 punti e 6 assist

Eurocup: l’Umana Reyer beffata sulla sirena da Bourg, la Dolomiti Energia lotta ma cede a Badalona

Martedì amaro in Eurocup sia per Umana Reyer Venezia che per Dolomiti Energia Trento. I lagunari si sono arresi al Taliercio contro i francesi del JL Bourg-En-Bresse e il tiro sulla sirena di CJ Harris (78-81) mentre i bianconeri sono andati k.o. nella difficile trasferta di Badalona contro il Joventut (82-67).

Per la formazione di coach De Raffaele, la sconfitta arriva dopo 40’ di lotta ed inseguimento nel punteggio. Il primo break dei francesi è arrivato attorno alla metà del secondo periodo con l’ex Varese Jalen Jones, le accelerazioni dell’esterno Sulaimon e la presenza in area dell’ex Dolomiti Energia JaCorey Williams. Scivolata sotto 33-43, Tonut inizia a caricarsi la squadra sulle spalle, ricucendo quasi da solo lo svantaggio e affidandosi anche alla mano calda di Bramos (44-47). Bourg, tuttavia, continua ad arrivare prima su tutti i palloni vaganti e, nonostante fatichi ad arginare Echodas sotto i tabelloni, scappa di nuovo via alla fine del terzo periodo sulle ali di CJ Harris (57-64). Venezia mostra però grande cuore, trova in Bruno Cerella un'ancora difensiva e in Vitali il cecchino che sigla il sorpasso sul 69-67. La partita però è ancora lunghissima e, a seguito di un jumper a bersaglio di Echodas, Jones da tre punti e una penetrazione di Harris portano i transalpini sul +3. Entrando nell’ultimo minuto, De Nicolao pareggia a quota 76 dopo una bella circolazione di palla, Julien gli risponde in penetrazione e poi ancora Tonut impatta con un gran palleggio arresto e tiro. La chance finale è per Bourg: rimessa da fondo, Cerella si impasta sul blocco di Chassang, CJ Harris guadagna un piccolo vantaggio che riesce poi a convertire nella bomba sulla sirena della vittoria per 78-81.

Non sono bastati la prestazione super di Tonut (22 punti, 6 assist e 4 rimbalzi) e i 10 punti pesantissimi di De Nicolao. Nel post-gara, coach De Raffaele non nasconde la frustrazione: “C’è molto dispiacere per questa sconfitta, per come è arrivata perché avevo chiesto e ricevuto dai giocatori un sacrificio nonostante questo momento complicato tra assenze fisiche e tecniche. Dobbiamo prenderci la reazione di questo gruppo che, in mezzo a tutti i problemi, sta provando ad uscirne fuori di testa. Credo che questa partita sia un po’ la fotografia della nostra prima partita di stagione. Dobbiamo tenere botta e aspettare tempi migliori”.

Il match tra Dolomiti Energia e Joventut, invece, è stato molto meno equilibrato, con i catalani a banchettare da subito con il pick and roll Bassas-Tomic prima e Paul-Birgander poi. Al termine del primo tempo, è un attivo Brodziansky a siglare il massimo vantaggio per i neroverdi sul 43-22. Trento, priva di Saunders e Caroline e con una rotazione ridotta all’osso, riesce comunque a reagire nella ripresa, affidandosi alla presenza in area di Williams e alla grinta di Diego Flaccadori e Toto Forray in penetrazione. Quasi incredibilmente, la Dolomiti Energia riaccorcia così fino al 56-48 su cui si conclude il terzo periodo. Le triple di capitan Ventura sembrano arginare la rimonta ma un super Ladurner, le bombe di Reynolds e i primi squilli di Bradford tengono ancora Trento sul -9 a meno di 3’ dal termine. Nel finale, tuttavia, Brodziansky sigilla il successo del Joventut tornando a punire gli avversari dal suo amato post-basso (82-65).

Resta un po’ di amaro in bocca a coach Molin nel post-partita: “Siamo partiti lenti, abbiamo fatto molta fatica contro la loro difesa aggressiva e questo ci ha fatto male perché non avevamo la giusta consistenza. Nella seconda metà di partita abbiamo avuto un approccio fisico e mentale diverso, abbiamo avuto una reazione che ci ha visto crescere in difesa e di conseguenza avere più fiducia in attacco. Per noi questo è un momento difficile, usciamo da una settimana di viaggi e impegni molto intensi con alcuni giocatori non disponibili e sentire. Se ho un piccolo disappunto è per gli ultimi due o tre minuti di partita in cui abbiamo permesso loro di allargare il margine di vantaggio dopo che avevamo speso tante energie per riportarci vicini”. Il miglior marcatore dei bianconeri è stato Williams (15 punti e 7 rimbalzi), davanti a Reynolds (11 punti ma 4/15 al tiro) e Flaccadori (11 punti).

Dato il rinvio della partita che si sarebbe dovuta giocare mercoledì sera tra Virtus Segafredo Bologna e i turchi del Frutti Extra Bursaspor, le italiane torneranno in campo in Eurocup la prossima settimana: la Segafredo volerà in Germania ad Ulm martedì 25 gennaio mentre il giorno successivo Venezia sarà di scena a Bursaspor e la Dolomiti Energia ospiterà Andorra.

Le ultime notizie
Title Sponsor
Platinum Sponsor
Platinum Sponsor
Official Sponsor
Official Sponsor
Technology Partner
Medical Supplier
Treno ufficiale
Official Ball
Technical Sponsor
Official Ticketing
Official Supplier
Official Supplier
Official Advisor
Official Broadcaster
Official Broadcaster
Media Partner
Media Partner
Media Partner