News

Milano vince a Kaunas nella serata in cui Kyle Hines diventa il miglior rimbalzista offensivo nella storia dell'Eurolega

Decisivi anche i 20 punti di Delaney per conquistare la quinta vittoria esterna consecutiva, nuovo record societario nella competizione

Milano vince a Kaunas nella serata in cui Kyle Hines diventa il miglior rimbalzista offensivo nella storia dell'Eurolega

Non c’era modo migliore per riscattare il k.o. interno contro il Fenerbahçe per l’A|X Armani Exchange Milano. La vittoria di Kaunas contro un combattivo Zalgiris per 70-74 nel recupero del Round 17 è il manifesto della tenacia di questo gruppo e il giorno in cui Kyle Hines ha scritto un’altra pagina di storia dell’Eurolega. Il centro di Sicklerville, infatti, raccogliendo cinque rimbalzi offensivi in Lituania ha raggiunto quota 706 nella specialità, superando un’altra leggenda, Felipe Reyes, ferma a 705. Questo successo - il 16° continentale nell'annata corrente - firma anche un nuovo primato societario, ossia una striscia di cinque vittorie esterne consecutive in Euroleague.

La partita non era iniziata benissimo per Milano a causa della presenza di Ulanovas in post e delle accelerazioni di Lekavicius (9-2). Il momento di stasi offensivo, comunque sia, viene interrotto con l’ingresso sul parquet di Rodriguez e dalle quattro bombe di Daniels siglate a cavallo dei due quarti di apertura. L’A|X Armani Exchange completa così un break di 4-19, rimpolpato anche da un Delaney che inizia a scaldare i motori (18-26). Proprio l’americano con il numero 23 si prende la scena a fine primo tempo per rispondere a un Lekavicius scatenato (35-35 dopo 20’). Nella ripresa l’equilibrio regna sovrano e coach Messina trova in Alviti un’importante risorsa in uscita dalla panchina per sopperire ai problemi di falli di Hall e Ricci; grazie ad uno spettacolare gioco da quattro punti targato Daniels, Milano tiene la testa avanti a fine terzo periodo sul 51-53. Lekavicius e Cavanaugh tengono comunque lo Zalgiris sempre in agguato e alcuni canestri di Melli e Bentil avviano la sfida verso un finale in volata sul 64 pari. Questo è proprio lo scenario perfetto per Delaney, autore di un’altra gran tripla di serata mentre, dall’altra parte, i biancoverdi sciupano le opportunità del riaggancio con Nebo dalla lunetta e Cavanaugh e Ulanovas da tre. I tiri liberi di Hines e Rodriguez sigillanno poi il successo meneghino per 70-74.

Il top scorer di Milano è stato Delaney (20 punti), davanti a Daniels (15 punti), Hines (11 punti e 10 rimbalzi) e Rodriguez (10 punti e 5 assist).
Questo il commento nel post-partita di coach Messina: “Prima di tutto vorrei ricordare il nostro grande Professor Carù (ex medico sociale dell’Olimpia recentemente scomparso, ndr). E’ una piccola cosa, ma vorrei dedicargli questa vittoria. Non è stata una partita facile, loro hanno avuto problemi per tutto l’anno, ma hanno sempre provato a competere. Il loro attacco è stato ben organizzato da coach Zdovc, hanno sfruttato i mismatch soprattutto con Ulanovas in post basso e Lekavicius con la sua velocità. Abbiamo deciso di non raddoppiare per non esporci sui loro tiratori. Vincere in trasferta è sempre difficile, soprattutto in un’arena calda come questa. Abbiamo sbagliato qualche tiro aperto, ben costruito, ma questo recentemente per noi è stato un problema. Però nel finale abbiamo fatto qualche giocata importante nel finale e sono state quelle che ci hanno dato la vittoria”.

Il viaggio dell’Olimpia in Eurolega continua giovedì al Forum. L'ospite dell’A|X Armani Exchange sarà il Baskonia di Simone Fontecchio, squadra attualmente al terzultimo posto in classifica: match da non sbagliare per consolidare la 3ª posizione (con un ottimo 16-7 di record) alle spalle di Real Madrid e Barcellona.

Le ultime notizie
Title Sponsor
Platinum Sponsor
Platinum Sponsor
Official Sponsor
Official Sponsor
Technology Partner
Medical Supplier
Treno ufficiale
Official Ball
Technical Sponsor
Official Ticketing
Official Supplier
Official Supplier
Official Advisor
Official Broadcaster
Official Broadcaster
Media Partner
Media Partner
Media Partner