News

Messina: “Vincere dà fiducia e serenità per migliorare il proprio gioco. Questa Milano come la Virtus di Ginobili e il CSKA di Papaloukas”

Il coach dell’A|X Armani Exchange Milano intervistato su “La Repubblica - Milano”

Messina: “Vincere dà fiducia e serenità per  migliorare il proprio gioco. Questa Milano come la Virtus di Ginobili e il CSKA di Papaloukas”

L’allenatore dell’A|X Armani Exchange Milano Ettore Messina è stato intervistato da Luca Chiabotti su “La Repubblica - Milano, affrontando vari temi: “Colleghi molto bravi non sono riusciti a giocare una finale in tutta la carriera. Io, grazie alle squadre che ho allenato, ho avuto la possibilità di vincerne molte e, col tempo che passa, ognuna potrebbe essere l'ultima e acquisisce ancora più importanza. Per chi ha grandi obiettivi, perdere la Coppa riempie la testa di dubbi. Vincere dà alla squadra fiducia e la serenità per provare ad elevare ulteriormente la qualità del gioco”.

Rispetto al primo trionfo in Coppa Italia nel 1990, il coach dell’A|X Armani Exchange ritrova sempre un determinato fattore: “Il piacere di andare in palestra. La parte più bella del mio lavoro è preparare un allenamento, correggere, arrabbiarsi, cambiare, stare coi giocatori, curare un particolare tecnico. Non puoi mollare, neppure un pochino, se no devi smettere del tutto. Io alleno come ho sempre allenato e me la prendo come ai tempi dei cadetti alla Virtus”.

Questa Olimpia per Messina è nell’élite delle squadre da lui allenate: “La pongo con la Virtus del Grande Slam di Ginobili e il Cska di Papaloukas e Smodis per la grande etica lavorativa e la coesione umana. Merito di quei 4 o 5 giocatori pilastro che si preoccupano non solo di quello che succede in campo ma, anche, di come vanno le cose in spogliatoio”.

Il coach si schiera poi contro l’aumento delle partecipanti ai singoli campionati nazionali: “La Lega greca ha appena votato la riduzione delle squadre. Leggo con preoccupazione e inquietudine le dichiarazioni sul possibile aumento dei club in Serie A o di blocco delle retrocessioni. È grave perché non si sta capendo il problema. L'unico modo per razionalizzare i calendari passa solo ed esclusivamente dalla riduzione del numero di partite e delle società di vertice perché le risorse sono quelle che sono e occorre trovare lo spazio nei calendari per tutti, Eurolega, leghe, nazionali. Finché ognuno vuole aumentare le partite della sua manifestazione scimmiottiamo Putin e Biden senza concludere nulla”.

Le ultime notizie
Title Sponsor
Platinum Sponsor
Platinum Sponsor
Official Sponsor
Official Sponsor
Technology Partner
Medical Supplier
Treno ufficiale
Official Ball
Technical Sponsor
Official Ticketing
Official Supplier
Official Supplier
Official Advisor
Official Broadcaster
Official Broadcaster
Media Partner
Media Partner
Media Partner