News

Riccardo Visconti: “Scambio con Varese? Ho deciso io di restare a Brindisi e mettermi in gioco. Il mio idolo è Reggie Miller"

Il giovane esterno della Happy Casa è stato intervistato su Basketitaly.it

Riccardo Visconti: “Scambio con Varese? Ho deciso io di restare a Brindisi e mettermi in gioco. Il mio idolo è Reggie Miller"

Riccardo Visconti è stato intervistato nel programma “4 chiacchiere con…” di Basketitaly.it, raccontando del suo ambientamento da quasi un paio di anni in Puglia: “Si sta da Dio, penso che per rispondere basterebbe far vedere la finestra con il sole che c’è. Di fatto qui non esiste l’inverno. Scherzi a parte a Brindisi si vive molto bene e la pallacanestro è molto molto seguita, cosa non così frequente in Italia (o almeno nei posti in cui sono stato). Il palazzetto è sempre caldissimo ed è bellissimo anche sentire il calore dei tifosi. Tutti sanno che con gli altri ragazzi italiani abbiamo creato un bel gruppo, passiamo tanto tempo insieme ed è molto bello. Questo ci ha sicuramente aiutato a superare il momento difficile che abbiamo attraversato”.

Di recente, Visconti è stato anche inserito in voci di scambi con Varese e che vedevano coinvolto anche Alessandro Gentile: “Ho preso la decisione di rimanere qui perché credo in me stesso, credo di potermi giocare le mie carte e dare il mio contributo alla città di Brindisi. C’è stato l’interessamento di Varese che ha cercato lo scambio ma ho voluto mettermi alla prova restando qui. La decisione è stata totalmente mia. Certamente non è stata la scelta più facile, ne sono consapevole. Ma penso che nella vita bisogna saper prendere scelte e non avere rimpianti. Quindi come ho già detto.. ho voluto la bicicletta e adesso pedalo”.

C’è spazio poi anche per idoli e squadre di riferimento: “Nonostante non segua moltissimo la NBA, tifo da sempre per i Boston Celtics perché è una cosa tramandata da mio papà che ha sempre avuto tutte canotte biancoverdi per casa. L’idolo a cui mi sono appassionato quando ho conosciuto davvero la pallacanestro è stato Ray Allen mentre quello proprio indiscusso è Reggie Miller. Mi è sempre piaciuto come atteggiamento, faccia tosta e modo che aveva di giocare. A livello europeo, invece, non c’è stato proprio un giocatore di riferimento ma se ne devo scegliere uno dico Jaycee Carroll, anche perché lo abbiamo visto qui in Italia”.

Le ultime notizie
Title Sponsor
Platinum Sponsor
Platinum Sponsor
Official Sponsor
Official Sponsor
Technology Partner
Medical Supplier
Treno ufficiale
Official Ball
Technical Sponsor
Official Ticketing
Official Supplier
Official Supplier
Official Advisor
Official Broadcaster
Official Broadcaster
Media Partner
Media Partner
Media Partner