News

Show di Jaiteh, la Virtus Segafredo Bologna batte l'A|X Armani Exchange Milano nel big match della 26ª giornata

In doppia cifra anche Weems, Cordinier e Shengelia

Show di Jaiteh, la Virtus Segafredo Bologna batte l'A|X Armani Exchange Milano nel big match della 26ª giornata

Virtus Segafredo Bologna - A|X Armani Exchange Milano: 83 - 65

Segafredo Arena 10/04/2022 17:30

Priva di sette giocatori tra cui Rodriguez, Shields e Datome, l'A|X Armani Exchange Milano viene sconfitta dalla Virtus Segafredo Bologna, che continua il suo cammino inarrestabile arrivato a undici vittorie consecutive. Fase iniziale interrotta a più riprese a causa di numerose infrazioni commesse da entrambe le squadre, nessuna delle due vuole lasciare il primo squillo all'altra: tuttavia, la tripla di Melli (10 punti e 4 rimbalzi) – al rientro dopo due stop tra campionato ed Eurolega – apre le danze. La Virtus non intende farsi mettere sotto e si affida ai punti in contropiede di Hackett e Weems (18 punti), oltre alla presenza ingombrante nel pitturato di Jaiteh (18 punti e 15 rimbalzi); Milano scruta l'area bolognese affollata, così Hall si prende la responsabilità di colpire dalla media e dalla lunga distanza dando inizio ad un parziale di 0-7. Entra sul parquet Pajola, il suo ingresso cambia il ritmo dei virtussini: da quel momento in poi l'Olimpia trova solo un punto a cronometro fermo venendo colpita più volte in contropiede e dall'arco dei 6.75; Teodosic (9 punti e 7 assist) e Weems orchestrano la fase offensiva e firmano un parziale di 16-1, con cui i bolognesi registrano il massimo vantaggio nella partita. Una tripla di Baldasso (12 punti) fa uscire la squadra di coach Messina dall'empasse e il primo quarto si conclude 22-16. L'A|X Armani Exchange riparte con tutt'altro piglio nel secondo quarto ricucendo completamente lo svantaggio con le triple di Melli, Ricci e Baldasso, ma deve fare i conti con l'impeto di Teodosic: il playmaker serbo prima spezza il ritmo meneghino con un tiro dalla lunga distanza e poi subisce il fallo del numero 9 milanese dopo un tiro da tre punti e riporta ad un possesso di vantaggio la Virtus Segafredo (30-27). Gli ospiti sfruttano la foga agonistica di Baldasso, il quale colpisce ancora con una bomba e riporta il risultato nuovamente in parità; successivamente, la sua uscita dal campo (per lui un problema alla mano) coincide con il periodo di siccità di Milano: ad approfittarne sono gli esterni bianconeri che capitanati da Cordinier (18 punti) firmano un break di 10-0 con cui firmano il nuovo massimo vantaggio sul +10. I minuti sul cronometro scorrono, l'Olimpia fatica a trovare la via del canestro, mentre dall'altro lato la Virtus Segafredo incrementa i punti sul tabellino e le due compagini vanno negli spogliatoi sul 46-34. Il canovaccio della sfida non cenna a cambiare con l'aprirsi del terzo periodo: nonostante la squadra lombarda riesca ad andare a segno con Melli e Hall, una tripla di Weems e sei punti consecutivi di Cordinier respingono ogni tipo di riscossa degli ospiti, costretti al -15 a metà quarto. L'unica buona notizia per Milano è il ritorno in campo di Baldasso, il numero 25 colpisce subito con un tiro dalla distanza ricucendo un minimo lo svantaggio; ad ogni modo, il ritmo incalzante dell'attacco bianconero – Cordinier e Jaiteh i più attivi in questa fase – mette in seria difficoltà la difesa meneghina, a cui viene fischiato anche un pesante antisportivo e sul finire della prima mezz'ora di gioco, la Virtus Segafredo conduce 65-47. Le energie della squadra allenata da coach Messina sono ormai esaurite, l'Olimpia non riesce più a trovare la retina, mentre Teodosic ha anche modo di servire con una magia Hackett ed entrare sul +22 negli ultimi 10' di gioco.

Non cessa di essere prolifico l'attacco bolognese, così come la difesa riesce a contenere le ultime fiammate degli ospiti ormai troppo lontani per provare a rimontare l'ampio margine. Per Bologna si fa vedere sotto il canestro avversario anche Shengelia (10 punti e 7 rimbalzi), protagonista soprattutto nella propria metà del campo; dall'altro lato un mai domo Bentil (15 punti) prova a riscattare la sua prestazione colpendo molteplici volte dalla lunga distanza. Il distacco continua ad aumentare con i padroni di casa sopra anche di 26 punti, salvo togliere il piede dell'acceleratore nei minuti finali conquistando allo stesso modo la vittoria nel big match con il risultato di 83-65.

 

Gli highlights della partita

Le ultime notizie
Title Sponsor
Platinum Sponsor
Platinum Sponsor
Official Sponsor
Official Sponsor
Technology Partner
Medical Supplier
Treno ufficiale
Official Ball
Technical Sponsor
Official Ticketing
Official Supplier
Official Supplier
Official Advisor
Official Broadcaster
Official Broadcaster
Media Partner
Media Partner
Media Partner