News

Imbrò commenta la stagione della Nutribullet Treviso: “Un continuo saliscendi, raggiungere i playoff era fattibile ma ci sono stati tanti momenti difficili”

Il capitano dei veneti ha parlato su “Il Gazzettino - Treviso” e "La Tribuna di Treviso”

Imbrò commenta la stagione della Nutribullet Treviso: “Un continuo saliscendi, raggiungere i playoff era fattibile ma ci sono stati tanti momenti difficili”

Il capitano della Nutribullet Treviso ha rilasciato su “il Gazzettino - Treviso” e su “la Tribuna di Treviso” alcuni commenti finali sull’annata andata in archivio: “Una stagione con tanti alti e bassi. In Champions siamo approdati alle Top 16, in Italia fino all'ultimo abbiamo sperato nei playoff ma al tempo stesso ci sono stati momenti difficili come la lotta per la salvezza prima di sperare nella post season, continui saliscendi. Per il fatto di partecipare alla Coppa e per essere stati fermi causa Covid con l'obbligo poi di recuperare le partite a distanza ravvicinata, come quelle quattro gare in una settimana. Tutto questo non ci ha permesso di esprimerci al meglio”.

L’obiettivo erano i playoff di Serie A: “Raggiungerli era fattibile. Purtroppo sono intervenuti diversi fattori, soprattutto gli infortuni e il Covid: c'erano giocatori fuori, altri appena rientrati, a causa dei recuperi abbiamo dovuto disputare tante partite ravvicinate senza tutti gli elementi a disposizione, non riuscendo neppure ad allenarci con continuità, equesto non ci ha aiutato”.

Cosa ha portato invece Marcelo Nicola alla squadra: “Il cambio di allenatore porta sempre entusiasmo ed energia. Sicuramente rispetto a Max lui ha una filosofia diversa, questo ha portato la squadra magari a giocare più leggera e tranquilla. Sono contento di averlo anche la prossima stagione, ora lo conosciamo e sappiamo cosa ci chiederà, anche se l'anno prossimo chiaramente applicherà altri concetti che nelle ultime gare non ci sono stati, forse per lasciare il gruppo più tranquillo".

Lato personale, invece, che stagione è stata? "Per quanto mi riguarda la convocazione in nazionale e la candidatura a miglior sesto uomo dell'anno, quindi dal mio punto di vista non è stata certo una stagione da buttare, anche se chiaramente mi sarebbe piaciuto evitare gli infortuni e giocare di più. Nella squadra credo che Bortolani abbia dimostrato quello che potrà diventare nel prossimo futuro”.

Le ultime notizie
Title Sponsor
Platinum Sponsor
Platinum Sponsor
Official Sponsor
Official Sponsor
Technology Partner
Medical Supplier
Treno ufficiale
Official Ball
Technical Sponsor
Official Ticketing
Official Supplier
Official Supplier
Official Advisor
Official Broadcaster
Official Broadcaster
Media Partner
Media Partner
Media Partner