News

Jaiteh carica la Virtus Segafredo Bologna: “Con Milano sfida stimolante, ha tanta qualità. Ma noi vogliamo ancora il trofeo e confermarci in vetta”

Il centro francese ha rilasciato un’intervista su “Tuttosport”

Jaiteh carica la Virtus Segafredo Bologna: “Con Milano sfida stimolante, ha tanta qualità. Ma noi vogliamo ancora il trofeo e confermarci in vetta”

Intervistato da Piero Guerrini su “Tuttosport”, Mouhammadou Jaiteh si è aperto parlando del motivo per cui scelse Torino in passato: “Arrivai in novembre, era la prima volta che andavo a vivere e giocare fuori dalla Francia. Fu una stagione importante per crescere. La società era in grande difficoltà e alla fine scomparve. Ma fu davvero bello salvarsi sul campo. Sono rimasto legato a coach Paolo Galbiati, mi diede fiducia, lavorò con me perché migliorassi”.

Scelse Torino per coach Larry Brown: “Sì, rimase poco, ma fu il motivo della mia scelta. Essere allenati da una leggenda non capita a tanti. E Brown credeva molto in me, mi stimolava, aveva grande fiducia nella mia carriera”.

Quest’anno, invece, la consacrazione con la Virtus: “Qui ho trovato l'ambiente ideale, grande professionalità, straordinari giocatori come compagni di squadra, uno staff di livello assoluto guidato da Sergio Scariolo. Ma come dicevo prima, la crescita è frutto di un percorso e del lavoro. Non è stata un'esplosione, ma una maturazione graduale. Si cresce con le esperienze. Bologna comunque è speciale, si respira pallacanestro. Ero già stato in un posto con simile passione e competenza, a Limoges. Ma qui si va ancora oltre”.

E ora la finale contro Milano e campioni del calibro di Hines e Melli: “Sono sfide ancor più stimolanti. Milano avrà certo la volontà di vendicare la sconfitta in finale della scorsa stagione. È preparata al meglio, ha tanta qualità. Ma noi vogliamo ancora un trofeo e vogliamo confermarci in vetta, come abbiamo chiuso la stagione regolare. Abbiamo anche il fattore campo favorevole. Per quanto mi riguarda, affrontare Hines e Melli, giocatori diversi anche strutturalmente è uno stimolo in più. Rappresentano il meglio dell'Eurolega e non sono certo soli. Non sono le sfide singole a decidere le serie di playoff. Sarà una serie molto combattuta”.

Infine una curiosità: Jaiteh entra in campo sempre con le cuffie, ma non ascolta musica quanto “documentari, audiolibri, podcast. Mi aiutano nella concentrazione ma anche a non farmi prendere dalle emozioni. Seguo argomenti che mi interessano. E arricchiscono il mio spirito come la Storia in particolare: Francia e Africa, le mie radici sono in Senegal. Ma anche la religione. Famiglia e fede per me sono i riferimenti. Sono musulmano”.

Le ultime notizie
Title Sponsor
Platinum Sponsor
Platinum Sponsor
Official Sponsor
Official Sponsor
Technology Partner
Medical Supplier
Treno ufficiale
Official Ball
Technical Sponsor
Official Ticketing
Official Supplier
Official Supplier
Official Advisor
Official Broadcaster
Official Broadcaster
Media Partner
Media Partner
Media Partner