News

Amedeo Della Valle torna alla Germani Brescia: "Contento di essere qui in quella che è casa mia"

Il patron Ferrari: "Ha mantenuto la parola ed ha avuto un comportamento da uomo dignitoso"

Amedeo Della Valle torna alla Germani Brescia: "Contento di essere qui in quella che è casa mia"

Amedeo Della Valle, dopo aver rescisso il contratto nello scorso giugno, torna alla Germani Brescia: "È nato tutto velocemente e l'operazione con Amedeo è scaturita in queste ore, grazie all'extra budget messo da Faustino Ferrari", dice il patron Mauro Ferrari nella conferenza stampa organizzata a tal proposito.

"Il comportamento di Amedeo è stato dignitoso e da uomo prima che da atleta", prosegue Ferrari, "Partendo dal presupposto che ha giocato un anno straordinario, incredibile, così come tutta la squadra, e da questa situazione si esce con una certa convinzione. A 28 anni si ha voglia di guardare all'Eurolega, si viene sollecitati da amici e colleghi durante il mese di maggio e si esce da un'annata in cui tutti avrebbero pensato la stessa cosa. Da qui poi esce l'uomo corretto, serio ed educato perché Amedeo si è anteposto il problema di non mettere in difficoltà la Pallacanestro Brescia e, visto che aveva contratto, ci ha messo del suo perchè voleva comportarsi da signore. Così poi ha mantenuto la parola, perché lui deve tanto a Brescia e a tutta la società; perciò se si fosse fermato in Italia, sarebbe rimasto a Brescia. Se Brescia in quel momento avesse avuto ancora lo spazio dal punto di vista tecnico ed economico, la sua prima scelta sarebbe stata lei in Italia. E così è accaduto. Poi si sono verificate situazioni che nessuno poteva prevedere o controllare ma direi che con tanto piacere Amedeo Della Valle giocherà ancora con Pallacanestro Brescia".

Ferrari conclude poi parlando dell'ultimo americano della squadra che deve essere ancora deciso: "Coach Magro e il GM De Benedetto vedremo cosa decidono di fare. A dire il vero, Marco (De Benedetto, ndr) era riuscito a fare quasi un miracolo perché stava portandoci Tyrone Wallace (la trattativa è sfumata ieri sera e ora è ufficialmente al Paris Basketball). Da domani si decidere cosa si deve fare con l'eventuale guardia americana. La squadra? È abbastanza importante per come è stata costruita, considerando che siamo andati molto bene e che quindi si sono alzati le pretese di tutti e le aspettative. Pensiamo ad oggi di aver operato per il massimo delle nostre capacità, sapendo che sarà quasi impossibile ripeterci considerando anche l'Eurocup".

Poi ha anche preso la parola lo stesso Amedeo: "Ci tenevo a fare chiarezza e a spiegare anche io come sono andate le cose perché è stata una stagione bellissima, sopra le righe, purtroppo finita male. Dopo quella stagione ho pensato di guardarmi intorno, di capire quella che poteva essere la mia missione. Il gesto che ho fatto verso la società semplicemente rappresentava anche il grazie per il trampolino di lancio, la visibilità e le emozioni. Siamo stati in contatto con Mauro Ferrari per tutta l'estate e nelle ultime ore abbiamo deciso di tornare qua. Eravamo già d'accordo che, se non si fosse trovata un'occasione giusta, questa sarebbe stata casa mia. Sono contento di essere qua e di aver ricevuto tantissimi messaggi da tifosi e non solo. Oltre ad essere un grandissimo onore giocare qua, è anche una grossissima responsabilità e sarà ancora più difficile farlo con il doppio impegno dell'Eurocup. Ma sento di avere le motivazioni per fare qualcosa di livello, con uno staff che conosco e con giocatori nuovi. Io, qui, non ho ancora finito”.

Le ultime notizie
Title Sponsor
Platinum Sponsor
Official Sponsor
Official Sponsor
Technology Partner
Medical Supplier
Treno ufficiale
Official Ball
Technical Sponsor
Official Ticketing
Official Supplier
Official Advisor
Media Partner
Media Partner
Media Partner