News

Qualificazioni FIBA World Cup 2023, l’Italia batte la Georgia al fotofinish e stacca il pass per i Mondiali

Shengelia fallisce la penetrazione che sarebbe valsa la vittoria ai padroni di casa

Qualificazioni FIBA World Cup 2023, l’Italia batte la Georgia al fotofinish e stacca il pass per i Mondiali

Dopo la sconfitta di Pesaro contro la Spagna, l’Italia sbanca Tbilisi, batte la Georgia 84-85 e vola ai Mondiali che si disputeranno nel settembre 2023 in Filippine, Indonesia e Giappone. I migliori realizzatori azzurri sono stati Spissu (15 punti, 8 assist e 6 rimbalzi) e Tessitori (15 punti), davanti a Biligha e Vitali (11 punti a testa).

L’Italia inizia la partita con il quintetto Marco Spissu, Michele Vitali, John Petrucelli, Giampaolo Ricci e Amedeo Tessitori. Proprio quest’ultimo comincia come meglio non poteva, insaccando tripla e semigancio del 3-5, rispondendo alle magie di Shengelia dal post-basso per Tsintsadze e Shermadini (7-8). Per l’Italia si mette in ritmo anche Vitali con due triple per replicare allo scatenato McFadden; una bomba in transizione di Spissu prova a lanciare gli azzurri sul 12-16. Con l’ingresso di Mannion, la formazione allenata dal ct Pozzecco vola anche sul +6 prima che Shermadini capitalizzi un 6-0 di controbreak che pareggia i conti. Al termine del periodo, un fadeaway e una super stoppata di Biligha, condita da una bomba di Pajola, chiudono i primi 10’ del match sul 19-24. Successivamente, Mannion realizza una gran bomba per il +8, Tsintsadze replica con la stessa moneta e poi Mannion è costretto a lasciare la partita per somma di fallo antisportivo e fallo tecnico; Sanadze realizza quindi i liberi e la tripla dell’8-0 di controparziale, prima che Spissu da tre punti e Biligha con un canestro e fallo ben imbeccato da Vitali riportino l’Italia avanti sul 29-33. Successivamente, ancora Tessitori e Vitali da tre punti firmano il +7 azzurro ma l’asse Shengelia-Shermadini combina per riavvicinare le distanze sul -3. Sul finire del primo tempo, Ricci segna un’importante tripla e poi McFadden inventa una magia che sigilla il secondo periodo sul 40-43.

Gli Azzurri partono meglio nella ripresa, innescando prima Petrucelli da tre punti e poi Tessitori in taglio per il nuovo +8. La Georgia però non demorde e pesca Tsintsadze e Sanadze da tre punti per riportare vicine le squadre; grazie ad una penetrazione di Tsintsadze, i padroni di casa si portano asul -2, Biligha realizza un gran jumper e poi l’asse Shermadini per Shengelia appoggia il 53-54. L’Italia si affida allora al solido Petrucelli dalla media distanza, McFadden impatta a quota 56 con una gran tripla, poi Shengelia sigla il sorpasso sul 58-57. Al termine del periodo, Baldasso insacca una bomba dal peso specifico rilevante che permette all’Italia di restare avanti di due lunghezze (58-60).

Un recupero di Andronikashvili e una tripla di Shengelia lanciano ancora i biancorossi, Biligha risponde con due tiri liberi e poi Sanadze e Spissu si scambiano triple e canestri in avvicinamento (66-65). Andronikashvili e Biligha mantengono ancora l’equilibrio, prima che due triple in transizione di Berishvili provino a far prendere l’inerzia del match ai georgiani (74-69 a 4’ dal termine). Una bomba di Severini dall’angolo non fa perdere la Trebisonda agli Azzurri, Shengelia si fa sentire a rimbalzo in attacco e poi Spissu realizza la tripla del 76-75. Grazie all’energia di Pajola, l’Italia rimette la testa avanti e, di seguito, ancora un super Spissu manda a bersaglio un tiro da tre che vale il +4 Italia a 78” dal termine. Shengelia si carica la Georgia sulle spalle dal post-basso ma l’Italia risponde realizzando con il pick and pop Spissu-Ricci per il 78-83 con 40” da giocare. La stella della Virtus Segafredo Bologna lucra e realizza solo uno dei due liberi e Severini è bravo a volare dall’altra parte del campo ad appoggiare il +6. Una palla persa di Pajola, dopo l’ennesima penetrazione di Shengelia, Berishvili segna da lontano la tripla dell’84-85 a 7.6 secondi dal termine. Pajola subisce poi il fallo intenzionale avversario, commette uno 0/2 a cronometro fermo ma la seguente penetrazione di Shengelia non va a buon fine, consegnando la qualificazione mondiale agli Azzurri.

L'Italia ora tornerà in campo per gli ultimi due match di qualificazione importanti per definire un miglior piazzamento nel sorteggio dei gironi mondiali. L'ultima finestra è in programma nell'ultima settimana di febbraio 2023 e vedrà gli Azzurri giocare in Spagna e in casa contro l'Ucraina.

Le ultime gallery
Le ultime notizie
Title Sponsor
Platinum Sponsor
Platinum Sponsor
Official Sponsor
Official Sponsor
Technology Partner
Medical Supplier
Treno ufficiale
Official Ball
Technical Sponsor
Official Ticketing
Official Supplier
Official Water
Official Advisor
Media Partner
Media Partner
Media Partner
Official Radio