News

Ford, Scudetto o Eurolega? Tutti e due

SIENA — Vederlo a torso nudo mentre sta effettuando i test medici di rito fa un certo effetto. Già, perchè più che un giocatore di pallacanestro Alphonso Ford sembra più un culturista. Proprio un altro tipo di fisico rispetto a quello di Boris Gorenc. Ma chi l'ha visto giocare sa di quale esplosività è dotata la nuova guardia della Montepaschi. D'altronde, oltre alla mano dolcissima, una delle soluzioni offensive che preferisce selezionare è proprio la penetrazione. Meglio quando c'è traffico nell'area, almeno c'è più gusto.
«Questo è il gioco che mi piace — conferma l'americano — ma non credo di avere solo alcune soluzioni. A me piace un basket globale che mi permetta di tirare da tre punti o di appoggiare a canestro sfidando il centro avversario. Sinceramente: provo a fare di tutto». Top scorer dell'ultima Eurolega, considerato una delle guardie più forti nel continente. Ma come mai un giocatore di questo livello ha scelto così presto la sua destinazione. E, Soprattutto, come mai ha scelto Siena che a prescindere dalla Saporta dello scorso anno in Europa ha poca esperienza?
«Non credo che l'esperienza sia un fattore determinante. Perchè se una società che si affaccia alla finestra dell'Europa lo fa costruendo una squadra come quella della Mens Sana, allora il palmares della società non significa molto. La mia è stata una scelta in questo senso. Conosco la situazione della società, so che sta programmando alla grande il proprio futuro. E' stato questo il motivo della mia scelta».
Se Ford dovesse scegliere tra lo scudetto e l'Euroleague...?
«Sceglierei tutti e due».
Ok, risposta scontata. Riformuliamo: una vittoria sicura, l'altra da guadagnarsi sul campo.
«A questo punto sceglierei l'Eurolegue. E non soltanto per me ma anche per la crerscita della società. Vincere l'Euroleague significa farsi conoscere da tutti ed ottenere il rispetto di tutti. E poi un po' di pubblicità non fa mai male».
Idee chiare per la guardia. Ah, a proposito: quando ti vedremo in campo?
«Domani (oggi n.d.r.) mi unirò alla squadra. Quando c'è la prima partita...».
Domani, Aplhonso, contro il Telekom Ankara.
Federico Cappelli
Fonte: La Nazione
TAGS
Le ultime notizie
Title Sponsor
Platinum Sponsor
Platinum Sponsor
Official Sponsor
Official Sponsor
Technology Partner
Medical Supplier
Treno ufficiale
Official Ball
Technical Sponsor
Official Ticketing
Official Supplier
Official Advisor
Media Partner
Media Partner
Media Partner