News

Poz:"Appena staremo bene in pochi ci faranno paura"

Difende la squadra dopo la sconfitta di Pau

MANCA ancora qualcosa alla Skipper. Gli effettivi stanno rientrando: Scepanovic, dopo il «giro» alla caviglia ieri pomeriggio si è presentato al PalaDozza sulle sue gambe. Ma non è questo il punto, anche se Vlado per Cantù rimarrà in dubbio fino all´ultimo. Gli uomini ormai ci sono è il rendimento complessivo che a Pau ha subito un black-out. Pochi canestri, molti dei quali da Kovacic, uno che non doveva giocare, gli altri lunghi un po´ impiccati dalla fatica, mentre gli esterni hanno fatto cilecca.
Anche Pozzecco, che continua ad avere minutaggi bassi, chiaramente per una forma ancora precaria, però va detto che il rendimento non è esaltante. «Sto allenandomi bene da meno di una settimana. Prima ho avuto problemi ai tendini, e ho dovuto portare dei plantari, ecco perchè mi volavano via le scarpe durante le partite. Poi le cosce, proprio perchè ho portato troppo i plantari. Non sono al meglio, ma ci stiamo arrivando. Abbiamo mancato il poker di vittorie, ma delle prossime cinque ne dobbiamo vincere quattro». Non comodissima, tutt´altro: Cantù, Pesaro e Virtus in campionato, Efes e Benetton in Eurolega. E il passo falso dove si potrebbe fare? «Beh.... credo che una tra Cantù e Treviso potremmo lasciarla sulla strada».
Il derby neanche a parlarne, quindi. «O Cantù o Treviso». Però le fatiche in Eurolega si fanno sentire. Gianmarco sembra soffrire molto gli arbitraggi. «Ho preso dei tecnici e mi scoccia molto per le multe, meritate, che mi arriveranno dalla società. Ma le fischiate sono imbarazzanti, non c´è mai lo stesso metro. E non venitemi a dire che abbiamo perso delle partite per questo». Con Scepanovic zoppo e Poz ancora in rampa di lancio il settore esterni non è precario? «No. Anzi forse in futuro saremo in troppi. Tutti adesso danno affidabilità. La questione è un´altra, è che con Basile, Delfino e compagnia cantante non dobbiamo avere paura di nessuno. Altro che storie.... Micheal Pietrus del Pau è uno che non si guarda, sa solo saltare... abbiamo perso di poco e quindi niente è compromesso, ma non vedo mai nessuna sconfitta in partenza per noi. Dovremmo tremare di fronte a Cantù? Si può andar sotto, ma in partenza solo la Benetton al meglio mi sembra aver qualcosa in più delle altre». Giochi aperti per tutti.
Per i dieci di domenica i dubbi probabilmente verranno sciolti solo all´ultimo. Se Scepanovic non dovesse aver recuperato al meglio è chiaro che sarebbe lui in candidato a rimanere fermo. Per modo di dire: sfrutterebbe lo stop per lavorare in palestra.
(francesco forni)
Fonte: La Repubblica
TAGS
Le ultime notizie
Title Sponsor
Platinum Sponsor
Platinum Sponsor
Official Sponsor
Official Sponsor
Technology Partner
Medical Supplier
Treno ufficiale
Official Ball
Technical Sponsor
Official Ticketing
Official Supplier
Official Advisor
Media Partner
Media Partner
Media Partner