News

Fortitudo in ansia: c’è la corsa a Basile

Il Barça non decide: molti club italiani, tra cui la Virtus, vogliono il giocatore

IERI LA FORTITUDO ha rinunciato ufficialmente a Kristaps Janicenoks, aspettando contemporaneamente notizie da Barcellona. Il club catalano, però, non è ancora in grado di dare una risposta definitiva a Gianluca Basile e l’impressione è che, nonostante la buona volontà di tutti, le cose andranno molto per lunghe. Il Barcellona ha un budget corposo ma gli ingaggi di Juan Carlos Navarro e David Andersen ne consumano una buona fetta, e ora per accontentare il coach Xavier Pascual, che non vuole assolutamente privarsi del Baso, bisogna dare una bella sfoltita al roster, cercando di piazzare i contratti più onerosi come, ad esempio, quello di Lakovic. Quello di ieri doveva essere un giorno cruciale per sciogliere questo nodo, ma la dead line è slittata e non è escluso che si arrivi fino al 15 luglio, giorno in cui scade l’opzione a favore della società per uscire dal contratto.

QUESTA ULTERIORE proroga non sembra seccare più di tanto lo stesso Basile che fa sapere di non avere affatto fretta, ma allo stesso tempo non è disposto ad accettare riduzioni di contratto.
«Visto quello che la società ha fatto per me in questi tre anni, ora ha tutto il diritto di prendersi il tempo che vuole».
Queste le parole del giocatore pugliese che oggi sarà a Roma per la presentazione ufficiale della candidatura, come organizzatrice, dell’Italia al campionato mondiale che si terrà nel 2014. Ieri comunque sono state parecchie le società italiane di alta fascia che si sono interessate al Baso e tra queste vi è anche la Virtus che, nel più totale riserbo, ha mostrato un interessamento per il giocatore.
Non è stato così dall’altra parte, nel senso che al momento la strada bianconera che porterebbe il giocatore all’Arcoveggio sembra essere tutta ripida e sbarrata. A ogni modo anche se il Barcellona dovesse lasciare libero Basile la concorrenza soprattutto italiana sarà più che agguerrita e la Fortitudo se lo dovrà davvero sudare. Intanto l’Aquila sta continuando a sistemare i quadri tecnici. Si parte da Dragan Sakota che siederà sulla panchina biancoblù, poi come assistenti ci saranno il confermato Federico Pasquini e Bebo Breveglieri che dopo due stagioni trascorse una come vice a Reggio Emilia e l’altra interamente passata a concentrarsi del settore giovanile fortitudino, tornerà a occuparsi della prima squadra, mentre sarà lasciato libero Stefano Bizzozi, nonostante il coach veneto avesse ancora due anni di contratto.
Entrambe le bolognesi, poi, si sono interessate al giovane play Giuseppe Poeta, per il quale bisogna versare nelle casse di Teramo una cifra che si aggira ai 300mila euro.
Infine ieri pomeriggio il general manager della Fortitudo, Zoran Savic, ha incontrato i dirigenti di Reggio Emilia: l’obiettivo noto da tempo è il baby talento Nicolò Melli, per il quale il club reggiano chiede un buyout intorno al milione di euro.
MASSIMO SELLERI
TAGS
Le ultime notizie
Title Sponsor
Platinum Sponsor
Platinum Sponsor
Official Sponsor
Official Sponsor
Technology Partner
Medical Supplier
Treno ufficiale
Official Ball
Technical Sponsor
Official Ticketing
Official Supplier
Official Advisor
Media Partner
Media Partner
Media Partner