News

Pancotto: 'Contro Siena con umiltà ed orgoglio'

E’ stata una sorta di pre-season di due settimane###, per lui che è arrivato in Fortitudo soltanto a stagione iniziata. Un periodo utilissimo quanto fondamentale per cementare regole e gruppo, e preparare la squadra a tornare in campo per le 11 fondamentali partite che restano da giocare in questa regular season, spostando rigorosamente i propri obiettivi primari verso la salvezza da conquistare quanto prima. Eccolo, Cesare Pancotto alla vigilia della ripresa dei giochi. “Ci prepariamo a tornare in campo dopo due settimane di solo lavoro, che avrei voluto affrontare con tutta la squadra al completo per poter finalizzare maggiormente il lavoro, non potendo per gli infortuni incessanti, ma siamo andati a vanti ugualmente con grande caparbietà per compiere allo stesso modo il lavoro che ci eravamo prefissati. E, anche oggi che come sempre dobbiamo partire dall’elenco dei presenti, la cosa più importante è che tutti hanno grande volontà di esserci. Stiamo aggredendo questo lungo momento in modo positivo, forse proprio questa è la novità più bella. Tutti vogliono esserci, con lo stesso spirito ho chiesto alla squadra che chiunque vada in campo dia tutto per poi riposare in panchina”. L’elenco, per poi non parlarne più. “Non avremo Lamma per i postumi della pesante influenza e Slokar che lavora a parte per recuperare dall’intervento alla mano. Per il resto, proveranno ad esserci anche quelli che non si sono praticamente mai allenati per gran parte della sosta, come Fucka ma anche come Strawberry, che si è rifatto male subito dopo aver ripreso, ma stamattina ha voluto provare”. Come prepararsi a sfidare a Siena? “Per mentalizzare la partita occorrerebbe lavorarci sopra un’intera settimana, purtroppo non abbiamo potuto farlo come avremmo voluto ma abbiamo reagito mettendoci ancora più energia. Sarà una partita da alta intensità e volontà di lottare, senza neppure guardare le statistiche dei nostri avversari, sennò si toglierebbe addirittura il senso alla partita. Basti pensare che il Montepaschi è praticamente primo in qualsiasi voce statistica, tranne nei rimbalzi offensivi semplicemente perché fanno canestro con percentuali molto alte. Non potendo metterla sulle statistiche, la nostra allora dovrà essere una partita sui contenuti: cercare di conquistarci il rispetto, mettendoci grande umiltà e orgoglio. Sul piano tattico, ho dovuto fare delle scelte, impossibile sennò completare il puzzle difensivo imposto da Siena. Nei dettagli, non concedere gli scarichi di Mc Intyre sul pick and roll, difendere sugli uno contro uno per evitare le rotazioni. E in attacco, cercare di sviluppare le nostre risorse attaccando insieme, aggredendo gli spazi e andando con convinzione a rimbalzo d’attacco. La zona? L’abbiamo provata, potremmo usarla ma a patto di farla aggredendo, sennò si rischia di venire puniti”. Siena ha vinto la Coppa Italia, ma forse non stravinto. “Vanno considerati circostanze e aspetti, hanno giocato tre partite in tre giorni, fuori dalle logiche del Campionato. Ma pensiamo a noi, siamo la Fortitudo, andiamo in campo col massimo orgoglio”. Intanto è arrivato Scales. “Ha ancora il jet lag nelle gambe, stamattina si è allenato per dare un po’ di energia alla squadra, ma è prestissimo per parlarne nel contesto della squadra, di certo è uno che dà l’impressione di sapere dov’è arrivato e quello che va fatto. Finora giocavamo con due americani, non va dimenticato, ora ce n’è uno in più di grande utilità, nella nostra nuova logica in cui tutti hanno grande responsabilità”. C’è il rischio di entrare in campo sentendosi già battuti? “Mai. “L’umiltà non presuppone rassegnazione ma forza, l’orgoglio presuppone la voglia di metterci tutte le proprie energie. Per vedere dove potranno arrivare i nostri sforzi, di certo senza darsi per vinti in partenza”. E’ appena arrivato il Presidente… “Ci fa enorme piacere, anzi ce lo aveva promesso in montagna. Vorrà dire che dovremo essere ancora più decisi e determinati”.





LE NOTE ALLA VIGILIA DELLA PARTITA

Campionato, quinta giornata del girone di ritorno


Quinta gara del girone di ritorno di regular season per la GMAC Real Estate IPG, impegnata domani sera alle ore 21, a difendere il Pala Dozza dall’assalto dell’imbattuta Montepaschi Siena.

Precedenti – 73 incontri all’attivo, 42-31 il bilancio a vantaggio dei biancoblù. Siena ha espugnato il PalaDozza 8 volte su 36 incontri disputati.

Ex – L’Aquila ritrova Tomas Ress, in biancoblù nella stagione 2005/2006 e parte di quella successiva (47 gare con 3.8 punti in 12.8 minuti di media). Siena ritrova Cesare Pancotto, sulla panchina toscana dal 1993 al 1997 e Davide Lamma, in biancoverde nella stagione 2004/2005 e parte di quella successiva (38 gare con 3.4 punti di media in 11.6 minuti di gioco).

Arbitri – I fischietti saranno: Luigi Lamonica di Pescara, 456 presenze in Serie A ed arbitro internazionale Fiba-Uleb, Enrico Sabetta di Termoli (CB), 383 presenze in Serie A ed arbitro internazionale Fiba-Uleb, ed Angelo Tullio di Fermo (AP), 542 presenze in Serie A.

Media – Diretta video su Sky Sport 2, diretta audio sulle frequenze di Radio Bruno (a Bologna FM 91.1, 102.8 e 105.6) e link attivo su Fortitudo.it. La differita della gara andrà in onda su E’TV canale analogico e sul satellite (canale 891), martedì sera intorno alle 23.



TAGS
Le ultime notizie
Title Sponsor
Platinum Sponsor
Official Sponsor
Official Sponsor
Technology Partner
Medical Supplier
Treno ufficiale
Official Ball
Technical Sponsor
Official Ticketing
Official Supplier
Official Advisor
Media Partner
Media Partner
Media Partner