Intervista

Caleb Green: 'Sassari grande progetto, non vedo l'ora di iniziare'

Caleb Green: 'Sassari grande progetto,  non vedo l'ora di iniziare'

Settimana intensa in casa Dinamo Banco di Sardegna. Una conferenza stampa di presentazione ogni 24 ore, un giocatore al giorno, volti da scoprire e riscoprire con la Club House societaria a far da sfondo e la pre season alle porte, viatico ad una Lega A 2013-2014 che con l'Eurocup a impreziosire il tutto si annuncia particolarmente avvincente e affascinante. In mattinata il primo dei volti nuovi del roster di coach Meo Sacchetti, l'americano Caleb Green, è stato ufficialmente presentato alla stampa, affiancato al tavolo delle conferenze dal direttore sportivo biancoblu Federico Pasquini, disponibili a rispondere alle domande dei giornalisti e pronto alla nuova sfida. Piacere Caleb. Introduzione affidata al DS Pasquini: «Buongiorno a tutti e grazie della presenza e dell'attenzione, durante la settimana presenteremo i nuovi giocatori che faranno parte del nostro roster, oltre a Drake Diener, che invece tutti già conosciamo e conoscete. Partiamo oggi, partiamo con Caleb Green. Dico subito che ha una piccola infiammazione al tendine, in fase di preparazione farà una parte di lavoro utile al suo completo recupero ma non è assolutamente nulla di grave, era tutto previsto già in sede di trattativa. È seguito dal nostro staff medico, tutto va come da programma». La parola passa poi a Caleb Green: «Ho sempre saputo che Sassari è una piazza dove si vive di pallacanestro, grande amore per questo sport, me ne sono accorto quando ci ho giocato contro con Orlèans. Sui siti, sui blog mi sono reso conto che qui si può fare bene, sono felicissimo di fare parte di questo progetto - ha esordito il lungo nato a Tulsa negli States il 10 luglio 1985 -. Quando osservi il roster sai che c'è dietro qualcosa di importante, che si punta a far bene: è un'idea che ti coinvolge appieno - prosegue Green, 203 centimetri per 104 chilogrammi di peso -. Mi ritengo un giocatore versatile, so adattarmi a seconda di quello che il match richiede. L'Italia? Guardando la Dinamo sono rimasto colpito dal gioco da tre punti, il campionato è aperto, ci sono squadre di grande talento sarà bello e interessante - chiude Caleb Green -. Chi è Caleb Green? Ho un ottimo rapporto con i mie compagni, sono una persona tranquilla, magari un po' timido ma mi sento pronto per questa nuova avventura. I nuovi compagni? Ho affrontato i Diener e gli italiani della Dinamo, so di Thomas e del passato Nba di Johnson, non vedo l'ora di giocare con loro». Carriera. A Tulsa Green muove i primi passi in avvicinamento al canestro. Si forma alla High School Memorial, quindi si trasferisce alla locale Oral Roberts University, con cui gioca per quattro anni con ottimi riscontri e numerosi record stabiliti. Terminato il college Caleb Green si è trasferito in Europa, deciso a dare il via alla sua carriera professionistica a confronto con gli impegnativi campionati del vecchio continente. Nella sua prima annata europea (2007-2008) firma per i tedeschi del TBB Trier, il campionato successivo si trasferisce in Belgio al Dexia Mons-Hainaut. Nel 2009, così sarà per un biennio sino al luglio 2011, veste la maglia del Basketball Club Ostenda (campionato e EuroChallenge) mentre nel 2011 si lega allo Spirou Charleroi Basket con cui disputa anche l'Eurolega. Lo scorso anno è in Francia, perno da quintetto dell'Orlèans Loiret che, in Eurocup, ha affrontato la Dinamo Banco di Sardegna.

Le ultime gallery
Le ultime notizie
Title Sponsor
Platinum Sponsor
Platinum Sponsor
Official Sponsor
Technology Partner
Medical Supplier
Treno ufficiale
Official Ball
Technical Sponsor
Official Ticketing
Official Supplier
Official Supplier
Official Advisor
Official Broadcaster
Official Broadcaster
Media Partner