Ultimissime

L'arciere Petway: 'Pronto a decollare con la Dinamo'

L'arciere Petway: 'Pronto a decollare con la Dinamo'

Pubblichiamo l'intervista realizzata da Andrea Sini de 'La Nuova Sardegna' a Brent Petway, nuovo americano del Banco di Sardegna Sassari:


"Un arciere Globetrotter per la terra dei Giganti. Un uragano che fa divertire perché sa divertirsi giocando a basket. Brent Petway ha cento soprannomi e una certezza: «Con la Dinamo sarà una grande stagione». "Air Georgia", ma anche "Thunder", tuono, come veniva chiamato quando dava spettacolo con gli Harlem Globe-trotters. E l'Arciere, per il suo particolare modo di esultare dopo avere scagliato frecce infuocate da oltre l'arco dei 6,75. Perché l'uomo che dovrà far dimenticare Teff Brooks non è solo un fenomeno da baraccone. «Il fatto è che mi piace correre, giocare veloce e sfruttare le mie doti atletiche, ma credo di saper fare anche altro», racconta Petway dalla sua casa di Atlanta. Da dove tra una decina di giorni prenderà il volo verso la Sardegna insieme alla sua compagna, una ragazza greca, per tuffarsi in questa nuova avventura. Dopo due anni ai massimi livelli continentali con l'Olym-piacos, perché ha scelto Sassa- ri? «Per lo stile di gioco che ha questa squadra e per il modo di intendere il basket del coach. Ho visto un po' di partite della scorsa stagione e devo dire che sembra una squadra fatta apposta per me. So che ci sono state molte modifiche rispetto allo scorso anno, ma ciò che conta è l'impostazione. E poi devo dire che avevo bisogno di avere un po' più di minuti, ma questo è un altro discorso». Sa anche che in campo coach Sacchetti dà molta libertà ai suoi uomini? «Sì, lo so, per questo dico che questo stile di gioco veloce, atletico e non noppo vincolato dagli schemi può fare per me». Tra i tifosi della Dinamo hanno iniziato a girare filmati delle sue schiacciate. E c'è chi si è messo le mani nei capelli. «Come ho detto, mi piace correre, tirare, schiacciare, spero di farlo nel migliore dei modi, perché tutto questo deve essere funzionale alla squadra. Però so essere pericoloso anche con il tiro da 3 punti. Anzi, mi piace molto allontanarmi da canestro per colpire da fuori». Cosa sa del campionato italiano? «Ho giocato conno squadre italiane in Eurolega, ho visto che il livello è molto buono e si gioca un buon basket. Ma per me è un campionato tutto da scoprire». Logan, che ha giocato nelle infuocate arene greche, nell'ultima stagione ha dato il meglio di sé quando il clima si è fatto rovente. Anche lei è tarato per quei climi? «Ricordo bene Logan dalle sfide in campionato. Mi pare che anche in Italia il tifo sia sempre caldo e ho visto che ha Sassari c'è sempre un grande pubblico. Spero di fallo divertire». A proposito di rapporti con l'esterno, in Grecia ha ricevuto un premio come "most journalistic player". Di cosa si tratta? «Significa che mi piace essere disponibile anche fuori dal campo, soprattutto con i tifosi, con i quali ho sempre avuto un ottimo rapporto e con i quali interagisco di continuo. Come carattere sono una persona aperta». Cosa si aspetta da questa stagione a Sassari? «So che ci sono grandi aspettative. Io ho 30 anni, sto benissimo e sono contento della mia carriera, soprattutto perché sono cresciuto anno dopo anno. E spero di fare a Sassari un ulteriore step».

Le ultime gallery
Le ultime notizie
Title Sponsor
Platinum Sponsor
Platinum Sponsor
Official Sponsor
Technology Partner
Medical Supplier
Treno ufficiale
Official Ball
Technical Sponsor
Official Ticketing
Official Supplier
Official Supplier
Official Advisor
Official Broadcaster
Official Broadcaster
Media Partner