Super coppa

Discovery + Supercoppa - Quarti di finale: troppa Milano per Treviso, l'Armani Exchange batte la Nutribullet 108-60 ed è la terza semifinalista

Discovery + Supercoppa - Quarti di finale: troppa Milano per Treviso, l'Armani Exchange batte la Nutribullet 108-60 ed è la terza semifinalista

Non c’è storia nel terzo quarto di finale della Discovery + Supercoppa 2021: Milano batte 108-60 una Treviso incerottata e piena di assenze, scesa in campo a sole 22 ore di distanza dal match vinto contro Minsk, che le ha assicurato il passaggio alla fase a gironi della prossima Basketball Champions League. Per l’Olimpia, 18 punti dell’ex Alviti e i 15 di Mitroglu,  dall’altra, da segnalare i 16 di Bortolani e i 15 di Casarin, e l’ottimo impatto del giovanissimo (classe ’05) Alberto Pellizzari, autore di 4 punti. Lunedì (alle 18), Armani Exchange Milano di nuovo in campo, per la prima semifinale contro l’Happy Casa Brindisi.


La bomba di Chillo (3-0) è la prima di tante, in un primo quarto animato dal tiro dalla lunga distanza (6/9 per Treviso nella sola prima frazione), su entrambe le metà campo. L’Olimpia impiega qualche minuto per prendere le misure e, dopo aver trovato per la prima volta la testa della partita, incrementa il proprio vantaggio. Il siluro di Casarin (24-20) è l’ultimo sussulto di una prima frazione a senso unico, con Milano che dilaga sulle ali di Hall e Rodriguez, e chiude i primi 10’sul +16 (36-20). Anche il secondo quarto è senza storia. La Nutribullet, falcidiata dalle assenze, con le ultime energie residue rimaste dall’impegno di Coppa della sera precedente, si affida ai giovanissimi Vettori, Buzzavo, Faggian e Poser, ma Milano non fa sconti e, col passare dei minuti, incrementa il divario: all’intervallo lungo, sono 35 i punti a separare le due squadre, 69-34. Ad inizio terzo quarto, l’Armani Exchange tocca subito il +40 (72-32), un vantaggio confermato nel corso di tutta la frazione. Con un quintetto di soli classe ’00, eccetto capitan Chillo, la Nutribullet non sfigura, “resistendo” sulle 39 lunghezze di svantaggio. Alla terza sirena, Olimpia avanti 86-47. Milano supera quota cento con Melli (101-56), mentre tra le fila trevigiane si mette bene in mostra il classe ’05 Alberto Pellizzari (4 punti segnati). Alla fine, gli applausi del pubblico sono sia per Milano, che vince 108-60 e approda alle semifinali, e per Menetti e i suoi ragazzi che, nonostante le difficoltà, non hanno mai mollato.

Le ultime gallery
Le ultime notizie
Title Sponsor
Platinum Sponsor
Platinum Sponsor
Official Sponsor
Technology Partner
Medical Supplier
Treno ufficiale
Official Ball
Technical Sponsor
Official Ticketing
Official Supplier
Official Supplier
Official Advisor
Official Broadcaster
Official Broadcaster
Media Partner