News

Eurocup, Teodosic e Daye falliscono i tiri decisivi, Virtus Segafredo Bologna e Umana Reyer Venezia k.o.

Entrambe le squadre italiane vengono sconfitte dopo aver subito una rimonta

Eurocup, Teodosic e Daye falliscono i tiri decisivi, Virtus Segafredo Bologna e Umana Reyer Venezia k.o.

Settimana no in Eurocup per tutte le squadre italiane protagoniste. Dopo la sconfitta di Trento contro il Lietkabelis, neanche Virtus Segafredo Bologna e Umana Reyer riescono a conquistare un successo nelle trasferte rispettivamente a Podgorica (contro il Buducnost) per 86-82 e a Ulm per 90-83 dopo un supplementare.

La squadra di coach Scariolo parte forte sul 2-11 con il duo Teodosic-Pajola scatenato tra recuperi e assist da capogiro. Questo vantaggio la Segafredo riesce a incrementarlo fino al 29-42 di inizio secondo periodo prima di subire una lenta ma inesorabile rimonta degli avversari. L’ultimo quarto è un continuo botta e risposta con giocate di energia da una parte e dall’altra: alle invenzioni del leader Cobbs e di Jagodic-Kuridza rispondono Belinelli e un bel Tessitori, bravo a farsi trovare pronto in uscita dalla panchina stante i problemi di falli di Jaiteh. Quest’ultimo, rientrato sul parquet nei possessi decisivi, sbaglia un layup comodo sull’84-79 per i padroni di casa; in seguito ad un paio di possessi troppo stagnanti del Buducnost e a tre liberi guadagnati e segnati da Belinelli, è Teodosic ad avere tra le mani la palla dell’overtime. Il numero 44 batte in penetrazione il lungo avversario Willie Reed ma, al momento dell’appoggio del tabellone e per evitare la stoppata dell’americano, non riesce a trovare il giusto tocco, consegnando così il successo ai montenegrini. Coach Scariolo, nel post-partita, ha cercato comunque di vedere il bicchiere mezzo pieno: “Non sono scontento per nulla della performance della mia squadra: abbiamo fatto errori infantili. Molti giocatori non sono abituati a giocare in questo tipo di atmosfera con grandi responsabilità e ruoli importanti nella squadra. Tutto ciò è parte della nostra crescita, parte del nostro processo. Abbiamo sbagliato un canestro facile alla fine ma è una sconfitta dalla quale possiamo trarre e costruire tanto”. Grazie a questo successo, il Buducnost resta l’unica squadra imbattuta del gruppo B davanti proprio alla Virtus. Le V Nere sono ora al 2° posto assieme a Cedevita Olimpija Ljubljana, Gran Canaria e il Bursaspor già battuto nella prima giornata.

Per l’Umana Reyer Venezia, la pillola da ingoiare è ancora più amara. I lagunari, infatti, fanno il vuoto sul Ratiopharm da fine primo periodo, siglando triple su triple (con Charalampopoulos, Mazzola e Daye soprattutto) e allungando fino al 28-51 toccato ad inizio ripresa con un contropiede finalizzato da Tonut. Successivamente, Jallow sale in cattedra e la sua versatilità manda in confusione la Reyer, che scivola sotto 76-70 negli ultimi minuti del match sotto i colpi di Christon e Felicio. Proprio quando la sconfitta sembra alle porte, Tonut segna due canestri da campione che portano addirittura al tiro per la vittoria nelle mani di Austin Daye, il quale però fallisce il jumper decisivo. Nel supplementare, sono due triple di Blossomgame a spezzare definitivamente le gambe a Venezia, costretta così ad alzare bandiera bianca. Coach De Raffaele ha commentato così la prestazione della squadra: “Abbiamo giocato una partita dalle due facce. Nei primi venti minuti siamo stati concentrati su ciò che dovevamo fare, senza però riproporre aggressività, fisicità, desiderio di lottare ed attenzione quando Ulm ha provato a rientrare. A questo livello è impossibile vincere senza mettere in campo corpo e atteggiamento per tutta la partita”. Venezia resta così nella seconda metà della classifica del Gruppo B con 1 vittoria e 2 sconfitte.

Insomma, restano ancora rimpianti da una parte e dall’altra, nonostante si sia concluso appena il 3° di 18 turni di regular season di Eurocup. Nella prossima settimana, sono in programma altri due big match per le italiane del Gruppo B: il Buducnost stavolta sarà martedì in Italia per sfidare Venezia mentre il giorno seguente la Virtus Segafredo Bologna se la vedrà sul proprio parquet con il Valencia.

Le ultime gallery
Le ultime notizie
Title Sponsor
Platinum Sponsor
Platinum Sponsor
Official Sponsor
Technology Partner
Medical Supplier
Treno ufficiale
Official Ball
Technical Sponsor
Official Ticketing
Official Supplier
Official Supplier
Official Advisor
Official Broadcaster
Official Broadcaster
Media Partner