News

Gabriele Procida è 'The Best ITA' della 11° Giornata di Serie A Unipolsai

Il classe 2002 è stato protagonista nel posticipo del lunedì sera

Gabriele Procida è 'The Best ITA' della 11° Giornata di Serie A Unipolsai

Torna al successo la Fortitudo Kigili Bologna, con lui arriva anche il primo premio di miglior italiano per il giovanissimo Gabriele Procida. Grazie alla sua prestazione ha conquistato il maggior numero di voti a discapito degli avversari Diego Flaccadori (Dolomiti Energia Trentino) e Simone Zanotti (Carpegna Prosciutto Pesaro).

 

Un ampio repertorio fatto di schiacciate in penetrazione, tiri da tre punti in transizione e sugli scarichi, elevazione smisurata tale da essere una minaccia per chi prova ad affrontarlo uno contro uno sia in attacco sia in difesa. Sarebbe riduttivo definire Procida attraverso queste sole caratteristiche, ma possono funzionare per aprirci gli occhi su un talento straordinario di appena 19 anni. Il match contro l'Allianz Pallacanestro Trieste è stato un vero show per la squadra bolognese e il giovane comasco non si è potuto esimere dal mostrare ciò che più lo contraddistingue esibendosi in una prova cestistica a tutto tondo. Seminato il panico nella retroguardia giuliana, il numero 9 della Fortitudo Kigili ha registrato la sua seconda miglior prestazione in carriera in termini di punti, segnandone 19 con il 70% al tiro (4/6 da 2 e 3/4 da 3) e il massimo in termini di valutazione con 29, a cui si aggiunge uno spaventoso +37 alla voce del plus/minus. Al classe 2002 sono bastati 24 minuti sul parquet per dare prova di quanto sia efficiente non solamente in termini offensivi, poiché il suo tempismo e le letture pressoché perfette in difesa gli hanno permesso di catturare 7 rimbalzi e stampare 2 stoppate sui malcapitati Fernandez e Davis.

 

Il PalaDozza è diventato teatro di una personale gara delle schiacciate tra Procida e se stesso, un vero highlight umano il 19enne che ha voluto regalare una perla dopo l'altra per risollevare gli animi dei tifosi. Quattro inchiodate totali al ferro, una servita al bacio in alley-oop, le altre in puro stile NBA a testimoniare la crescita fisica e mentale del nativo di Como, il cui nome oramai è sempre più costante sui taccuini degli scout. Se nel secondo quarto ha aperto le danze alla fuga della Fortitudo, nell'ultima frazione ha messo definitivamente il sigillo sulla partita arrivando come il più inaspettato degli incubi non lasciando scampo agli avversari. Per sfuggire alle insidie della zona calda della classifica, la squadra di Bologna si affiderà sempre più spesso all'estro e alla rinnovata forza fisica del 2002 che sta aggiungendo ad un innato atletismo un eccellente controllo del corpo e la capacità di assorbire i contatti anche contro avversari più dotati sotto l'aspetto muscolare. Un altro fiore all'occhiello della nostra pallacanestro è giunto a quella che gli americani chiamano breakout season, con un curriculum di per sé già ricco di momenti da ricordare.

 

Crescita esponenziale sul campo visibile attraverso le piccole cose eseguite ogni week-end durante la gara, miglioramento testimoniato anche dai numeri messi in piedi arrivati a poche giornate dal termine del girone di andata. Coach Martino sta sfruttando la capacità del ragazzo di spezzare le partite impiegandolo in momenti precisi della contesa, questo non ha precluso Procida dal migliorare il suo minutaggio in campo avendo già nelle gambe quasi 20 minuti di media a partita rispetto ai 15 della passata stagione. Diminuendo il numero di conclusioni dalla distanza è migliorata la sua percentuale passando dal 38.8% al 40%, questo grazie all'attitudine di Procida di sfruttare il ritmo partita e non prendersi tiri forzati; il dato che impressiona di più è relativo ai tiri liberi dove il ragazzo è passato dal 63% al 94%, questo sostanzialmente raddoppiando le entrate in area subendo più falli e potendo concludere più volte dalla lunetta. A piccoli passi sta scalando le gerarchie poiché capace di giocare in più ruoli adattandosi alle differenti situazioni di gioco e alle richieste dell'allenatore, dimostrando maturazione nel leggere la partita lasciando per un attimo da parte i numeri da registrare a referto.

Le ultime gallery
Le ultime notizie
Title Sponsor
Platinum Sponsor
Platinum Sponsor
Official Sponsor
Technology Partner
Medical Supplier
Treno ufficiale
Official Ball
Technical Sponsor
Official Sponsor
Official Ticketing
Official Supplier
Official Supplier
Official Advisor
Official Broadcaster
Official Broadcaster
Media Partner
Media Partner
Media Partner