News

Adrian Banks vince il premio di MVP della 12ª Giornata di Serie A Unipolsai

La sua prestazione ha condannato Milano alla prima sconfitta in campionato

Adrian Banks vince il premio di MVP della 12ª Giornata di Serie A Unipolsai

Allianz Pallacanestro Trieste - Allianz Pallacanestro Trieste: 71 - 68

Allianz Dome 19/12/2021 12:00

Nuovo volto nella categoria miglior giocatore di giornata, impossibile non prendere in considerazione il fautore della vittoria più inaspettata del week-end ovvero l'americano Adrian Banks dell'Allianz Pallacanestro Trieste. Grazie alla sua consueta prova balistica di spessore ha ricevuto un maggior numero di preferenze rispetto ad Amedeo Della Valle (Germani Brescia) e Nick Perkins (Happy Casa Brindisi).

 

Un gesto sarà rimasto impresso al pubblico seduto all'Allianz Dome e a quello seduto sul divano di casa propria, quella pistola riposta all'angolo destro dei pantaloncini dopo aver sparato l'ennesima tripla della partita. La guardia di Trieste ha il sangue freddo e non è certo nuovo a partite del genere, arrivato alla quarta stagione consecutiva in Italia – la numero otto della sua carriera nel nostro paese – ci ha abituato ai suoi conigli tirati fuori dal cilindro, ma soprattutto all'incredibile facilità con cui riesce a segnare in qualsiasi situazione di gioco diventando a tutti gli effetti uno dei migliori scorer del campionato. Non è stato da meno nella gara disputatasi Domenica, rendendo indigesto il pranzo ai tifosi dell'Olimpia: infatti, il numero 1 in maglia triestina ha reso complicata la giornata della difesa milanese realizzando 19 punti tirando 3/8 dalla distanza, ma ha subito ben 8 falli che sono stati validi per mandarlo altrettante volte in lunetta e concludere con il 100% dalla linea della carità. Banks – non si direbbe visto il ruolo in cui gioca – è un rimbalzista attento, lo dimostrano i 5 rimbalzi catturati in perfetta scia con la sua media stagionale (4.7) e sebbene la difesa non sia la caratteristica tecnica per cui si distingue, in 36 minuti sul parquet ha reso la vita impossibile all'attaccante avversario e dunque grande merito per la vittoria è passato da lui.

 

“Il talento di Adrian è cristallino. Veniva da una stagione difficile. Ci siamo parlati tanto in estate, prima di celebrare il “matrimonio”. Abbiamo trovato tanti punti di convergenza e il campo ci sta dando ragione”. Le parole di coach Ciani al Corriere dello Sport non potrebbero descrivere meglio l'attitudine da campione della guardia statunitense, alla ricerca del riscatto dopo una stagione vissuta tra pochi alti e tanti bassi in maglia Fortitudo. La sicurezza con cui è tornato a giocare fotografata dalla tripla del 66-66, lui quasi si inginocchia aspettando che il pallone entri nel canestro poi si gira verso il pubblico urlante e mostra la sua arma prima di “pulirla” e riporla in tasca, utile in ogni momento soprattutto in quelli chiave della partita. AB1 ha mostrato nuovamente quei movimenti ad eludere l'avversario prendendosi tutte le attenzioni dei difensori per lasciare più campo ai compagni, agendo da disturbatore ha permesso ai vari Lever, Fernandez e Davis di affondare la capolista con colpi da oltre l'arco senza lasciare diritto di replica.

 

Guardando alla carriera di Adrian Banks impossibile non associarlo al termine di giocatore chiave o go to guy come amano direi oltreoceano. Nella zona giuliana della regione ha trovato la dimensione ad hoc per le sue qualità di scorer, ma anche di uomo squadra e volto, lui che ha lasciato sempre bei ricordi ed è rimasto amato in ogni piazza d'Italia. La guardia tiratrice guida Trieste in punti segnati (15.3) - nono marcatore di tutta la Serie A – giocando oltre 30 minuti, sforzo preteso da mister Franco Ciani per quel 4° posto che oggi varrebbe le Final Eight. Quinto della Lega per valutazione complessiva con 18.7, l'americano è al secondo posto per falli subiti (4.4) ed è il miglior tiratore di liberi, convertiti con il 92.9% a fronte di 3.5 viaggi in lunetta a partita. Le sue percentuali al tiro sono sbalorditive: dalla media distanza è al massimo in carriera tirando con il 55.1%, meno tiri presi, ma più efficacia nel trasformarli in punti; da oltre l'arco le cifre dicono 38.3% con 5 triple tentate, solo nelle ultime stagioni disputate con Varese e Brindisi ha fatto meglio (46.4% e 41.4%). Nelle 12 gare fin qui disputate in maglia Allianz, il giocatore in maglia numero 1 ha registrato 4.7 rimbalzi e 3.4 assist di media: se il primo dato è il migliore tra i giocatori che non occupano la posizione di lungo in squadra, il secondo viene sporcato dal rapporto con le palle perse (3.3, 2° dietro Alessandro Gentile) che però non sta inficiando i risultati della squadra triestina.

Le ultime gallery
Le ultime notizie
Title Sponsor
Platinum Sponsor
Platinum Sponsor
Official Sponsor
Technology Partner
Medical Supplier
Treno ufficiale
Official Ball
Technical Sponsor
Official Sponsor
Official Ticketing
Official Supplier
Official Supplier
Official Advisor
Official Broadcaster
Official Broadcaster
Media Partner
Media Partner
Media Partner