Rassegna Stampa

NutriBullet Treviso, il punto di coach Nicola: “Vogliamo e lavoriamo per aver una maggior regolarità di rendimento”. Iroegbu: “Era importante vincere a Brescia”

Il coach e il playmaker del club veneto sono stati intervistati sul “Corriere dello Sport” e "Tribuna di Treviso"

NutriBullet Treviso, il punto di coach Nicola: “Vogliamo e lavoriamo per aver una maggior regolarità di rendimento”. Iroegbu: “Era importante vincere a Brescia”

Facendo il punto con Silvano Focarelli sul “Corriere dello Sport” dopo la vittoria di Brescia, il coach della NutriBullet Treviso Marcelo Nicola ha sottolineato gli alti e bassi della sua squadra: “Non c'è dubbio che questi sbalzi di rendimento di pendano solo dalla nostra testa e dalla convinzione in ciò che facciamo. Quando siamo concentrati, rispettiamo le nostre regole e seguiamo il piano partita, siamo una squadra, altrimenti ne siamo un'altra. E ciò vale anche non solo da una partita all'altra ma anche all'interno della stessa. Per cui dobbiamo essere maturi e sempre convinti in ciò che dobbiamo fare in campo”.

Nicola vorrebbe una maggior regolarità di rendimento: “È quello che vogliamo e per il quale lavoriamo. D'altra parte quando ci siamo riusciti sono arrivati risultati importanti: nel bene e nel male la NutriBullet è questa, bisogna migliorare per essere appunto più solidi e non avere questi cali di rendimento”.

La testa va già al match contro la Bertram Yachts Tortona di domenica: “Dovremo evitare di avere certi vuoti di memoria, questi black out bisogna assolutamente metterli da parte ed avere nei 40 minuti, o quanti saranno, maggiore uniformità. Insomma, bisognerà restare collegati al match, dalla palla a due fino alla sirena finale. Tutti dovranno fornire il loro contributo, anche nelle situazioni più precarie”.

JC4_8907.JPG

Sempre Silvano Focarelli (ma su “la Tribuna di Treviso”) ha poi raccolto delle dichiarazioni del match winner di giornata, Ike Iroegbu, autore del recupero e del canestro decisivo contro Brescia: “Sulla rimessa Cournooh era in difficoltà ed ho percepito che se non l'avesse passata a Massinburg avrebbe commesso infrazione di 5 secondi. Quindi ho semplicemente provato a mettergli più pressione possibile ed alzare la velocità per intercettare la palla. Come poi ho fatto. A quel punto mi sono concentrato sul segnare quel lay-up. È andata bene”.

Dopo il k.o. contro Trieste era fondamentale per la NutriBullet tornare al successo: “Ogni vittoria è importante e si vede, soprattutto guardando la situazione in classifica. Tornare a vincere e dimostrare sul campo quello di cui siamo capaci, e come sappiamo reagire dopo una sconfitta pesante, era davvero importante per noi”.

Iroegbu si è spesso erto come leader della squadra: “Leader io? Beh, forse a tratti. Zanelli e Banks sono i capitani e certamente i leader carismatici di Treviso Basket. Però ovviamente, essendo io il playmaker ho il gioco in mano e, proprio per il mio ruolo, divento in parte un leader anch'io. Cerco sempre di trascinare i miei compagni con i fatti: giocando duro, per la squadra ed essendo solo me stesso. Non sono uno che parla tanto”.

Le ultime gallery
Le ultime notizie
Title Sponsor
Platinum Sponsor
Platinum Sponsor
Official Sponsor
Official Sponsor
Technology Partner
Medical Supplier
Treno ufficiale
Official Ball
Technical Sponsor
Official Ticketing
Official Supplier
Official Water
Official Advisor
Media Partner
Media Partner
Media Partner
Official Radio